Nuova postazione Dae a Garlate: la pista ciclopedonale a lago è sempre più cardioprotetta

Continua l'impegno del Centro Coordinamento Radiosoccorso guidato da Cristian Pelà. Dopo il Bione, la seconda colonnina vicino al museo della seta. Prossima tappa a Pescate

La teca con il Dae sul lungolago di Garlate, zona bocciofila.

Nuovo importante passo avanti nel rendere la pista ciclopedonale dell'Adda sempre più sicura e cardioprotetta. Una seconda colonnina con il DAE (Defibrillatore semiautomatico) è stata posizionata a Garlate, in zona bocciofila, vicino al museo della seta Abegg, a circa un chilometro di distanza dal confine con Olginate.

Postazioni con il Dae e lezioni partecipate, la ciclovia dei laghi è sempre più cardioprotetta

Dopo quella al Bione, dunque, un'altra installazione per il pronto intervento in caso di emergenze lungo la ciclovia dei laghi, nella tratta appena a sud di Lecco. Una postazione Dae resa possibile grazie all'impegno del Centro Coordinamento Radio Soccorso di Lecco, guidato dal presidente Cristian Pelà. «Il grazie va a coloro che avevano sostenuto la lotteria dell'anno scorso e alle autorità locali che avevano dato il loro sostegno - commenta Pelà - Ora è in corso una nuova lotteria per la terza installazione che verrà poi sistemata a Pescate. Speriamo che anche questa iniziativa vada a buon fine per poter avere al più presto tre Dae lungo la pista ciclopedonale a lago. Inoltre, nel periodo di maggio, organizzeremo un altro evento per illustrare l'utilizzo del defibrillatore e gli interventi di primo soccorso, come quello fatto a ottobre». In quell'occasione diversi gruppi di cittadini si erano messi all'opera con prove pratiche sempre sulla ciclovia, da Calolzio a Pescate, passando per Olginate e altre postazioni, con la collaborazione di altre associazioni di volontariato ed enti locali.

Il presidente del CCRS ha inoltre voluto ringraziare gli sponsor che hanno permesso l'acquisto del defibrillatore appena collocato sul muro della bocciofila di Garlate, a partire dal ristorante bar "Le Officine" di Pescate e dal suo titolare Enrico Bolis. «Speriamo - conclude Cristian Pelà - che altre aziende e atività ci sostengano in futuro per rendere la pista dei laghi sempre più cardioprotetta»

Potrebbe interessarti

  • Come allontanare le formiche da casa: rimedi naturali

  • Caldo in auto: come difendersi

  • Dormire bene e svegliarsi di buon umore: ecco alcuni consigli

  • Piscine interrate: costi e tempi di realizzazione

I più letti della settimana

  • Vendeva vestiti contraffatti provenienti dalla Cina: sequestrate casa e auto a una lecchese

  • Super biscia "a spasso" in centro città entra in una scuola guida

  • Notte fra sabato e domenica, fioccano gli incidenti nel Lecchese

  • Esagera con l'alcool: giovane finisce ricoverato in ospedale

  • Beccato a spacciare vicino a un locale notturno: giovane punito con il primo daspo urbano della provincia

  • Molesta i turisti sul treno e fa a cazzotti con gli agenti: arrestato giovane

Torna su
LeccoToday è in caricamento