Alle scuole medie di Pescate un corso per imparare il metodo di studio

Il sindaco De Capitani annuncia nuove iniziative extracurriculari, tra cui una proposta innovativa per preparare gli alunni in vista delle superiori. E in tutti i cinque pomeriggi della settimana verranno proposte attività di doposcuola

La scuola media di Pescate.

Un progetto innovativo sarà proposto da quest’anno agli studenti della scuola secondaria di primo grado di Pescate nell’ambito delle attività integrative extracurricolari organizzate dal Comune. Si tratta di un corso per imparare il metodo di studio in vista delle superiori e verrà proposto un pomeriggio alla settimana. Aumenta anche il doposcuola che da settembre in avanti coprirà tutti e cinque i pomeriggi della settimana. Ad annunciarlo è il sindaco Dante De Capitani. 

«Come noto nel corso dell’anno scolastico che si aprirà giovedì 12 settembre, gli orari curricolari della scuola San Giovanni XXIII saranno sviluppati dalle ore 8 alle 14, senza più rientri pomeridiani come lo scorso anno - ricorda De Capitani - Le attività integrative organizzate dal Comune di cui stiamo definendo gli ultimi aspetti, prevedono sui cinque giorni settimanali, tre pomeriggi di compiti a casa e laboratori, un pomeriggio di studio con alcuni  docenti della scuola e appunto un pomeriggio, il venerdì, dedicato a questo progetto innovativo che ha titolo “Metodo di Studio”. Si tratta di un progetto di indubbio valore  didattico e formativo, realizzato da personale specializzato e competente che darà un ulteriore valore aggiunto alla nostra scuola media. Un progetto  gratuito per le famiglie, e oneroso per il comune di Pescate. Ma la nostra politica continua ad essere quella di mettere ai primi posti le nostre scuole, convinti che i soldi spesi nel frangente li ritroveremo nella crescita culturale del nostro territorio e dei nostri figli».

Stoppani e Battisti: lavori agli edifici scolastici di Germanedo e Acquate

Da cosa nasce questo progetto relativo al metodo? «Da docente so bene che i ragazzi che dalle scuole medie arrivano alle superiori, nella stragrande maggioranza non hanno un metodo di studio preciso ed efficace - risponde il sindaco di Pescate - Questo fa nascere molte problematiche, una delle più importanti è sicuramente quella di perdere molto tempo per acquisire  concetti e nozioni perché si fa fatica a discernere tra gli argomenti fondamentali e quelli sussidiari, a contestualizzare la teoria con gli esercizi, a concatenare un argomento col successivo, col rischio magari di studiare giornate intere ma di assimilare poco, senza un metodo organico ed efficace di studio alle spalle. Metodo di studio che di solito gli studenti acquisiscono con l’esperienza, con griglie personali, con i consigli degli insegnanti,  ma che molto raramente viene insegnato a scuola».

Proprio dall’esigenza di articolare e insegnare un efficace metodo di studio, nasce questo progetto che Comune e scuola stanno strutturando con i docenti e con la cooperativa “Lo Specchio Magico”, importante realtà educativa che ha già promosso iniziative innovative come il progetto “Porcospini”, e  che consentirà agli alunni della scuola di Pescate di affrontare  gli studi con un strumenti di analisi, sintesi ed efficacia operativa.

Gli obiettivi illustrati dal sindaco docente

«Gli obiettivi del progetto che partirà venerdì pomeriggio 20 settembre sono i seguenti - aggiunge Dante De Capitani - 1) Incrementare la consapevolezza dei propri stili cognitivi e di apprendimento; 2) Sviluppare risorse e strategie per favorire un apprendimento funzionale al singolo alunno; 3) Supportare gli studenti in un percorso verso l’autonomia dello studio e nell’acquisizione di competenze; 4) Acquisire strumenti per affrontare i compiti senza l’aiuto di altre persone; 5) Sostenersi ed aiutarsi tra le parti. Con questo progetto gli alunni  della nostra scuola media avranno uno strumento di crescita e di impostazione didattica funzionale per affrontare al meglio l’anno scolastico presente e gli anni a venire. Ed entreranno nelle scuole superiori con un metodo di studio appropriato e quindi una piena  consapevolezza dei propri mezzi e maggiore autostima».

Il progetto “Metodo di Studio”  sarà operativo per tutta la durata dell’anno scolastico, fino a giugno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Venezia. Imbarcazione si schianta: morto il recordman Buzzi, ferito Invernizzi

  • Tragedia di Venezia: Nicolini è la seconda vittima lecchese. Invernizzi sotto osservazione

  • Valmadrera: si cerca Cesare Piras, visto l'ultima volta in città

  • Addio al genio Fabio Buzzi: ha scritto la storia della motonautica

  • Calolzio: gratta e vince 100.000 euro nella tabaccheria del centro

  • Resta bloccata con l'auto al passaggio a livello, donna brianzola denunciata

Torna su
LeccoToday è in caricamento