Pista ciclopedonale, partiti i lavori tra Caviate e Pradello

Dopo alcune settimane di stop riattivato il cantiere. Prosegue la stesura dell'asfalto speciale e il posizionamento dei parapetti: la nuova scadenza di febbraio verrà rispettata?

I lavori avviati tra Caviate e Pradello

Sono ripartiti la scorsa settimana i lavori di realizzazione della pista ciclopedonale alle Caviate. Il cantiere era rimasto fermo diverse settimane, a fine 2018, rendendo di fatto impossibile il rispetto, da parte dell'impresa titolare dei lavori, della nuova scadenza del 31 dicembre per il primo tratto fra Lecco e le Caviate.

Pista ciclabile: la situazione a fine dicembre 2018

Un percorso di appena 500 metri ancora non terminato: le barriere a lato strada sono state installate, mentre sul versante lago i parapetti in tubolari d'acciaio sono stati posizionati per circa duecento metri. Manca ancora la rete flessibile resistente che dovrebbe essere collocata nella parte finale dell'intervento.

La grande novità di questi giorni è l'avvio dei lavori sul secondo tratto, dalle Caviate a Pradello: iniziata la stesura dell'asfalto speciale, con la contemporanea rimozione di parte del guard-rail. Secondo quanto annunciato da Anas in occasione dell'ultimo sopralluogo, la consegna dovrebbe avvenire entro la fine di febbraio. Chissà che finalmente, dopo innumerevoli ritardi e rinvii, non si riesca a rispettare almeno questa scadenza per consegnare al territorio un'infrastruttura preziosissima in termini di sicurezza stradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Bimba nasce prematura in casa, intervento dei soccorsi a Vendrogno

Torna su
LeccoToday è in caricamento