Inaugurato il pontile della Malpensata: «Primo step di un progetto più ampio»

Dopo i lavori eseguiti in inverno, è stato tagliato il nastro della nuova opera: sarà un attracco temporaneo, dedicato ai turisti in arrivo in barca, che potranno "parcheggiarvi" per tre ore

Una fase dell'inaugurazione, cui hanno preso parte le maggiori autorità cittadine e non

Con il taglio del nastro del nuovo pontile installato alla Malpensata ha preso sostanziamente il "via" il maxi progetto di riqualificazione della zona compresa tra il Lungo Lario 4 Novembre e il Lungo Lario Piave. Questo per stessa ammissione di Luigi Lusardi, presidente dell'Autorità Autorità di Bacino del Lario e dei Laghi Minori, che ha officiato la cerimonia insieme al sindaco di Lecco Virginio Brivio e alle massime istituzioni cittadine, civiche e religiose. L'occasione è stata sfruttata anche per ricordare la memoria del giovanissimo Giuseppe Disetti, scomparso nel lontano 1952 all'età di sette anni.

Ostello della Gioventù, inaugurato il cantiere. Lavori al termine nell'estate 2020

1812_pontile_malpensata-2

Tre ore di stazionamento

«Si tratta di un esempio di rigenerazione, il primo della zona. Sono state effettuate la messa in sicurezza rispetto al tema ingegneristico, l'abbellimento estetico ed è stata rispettata la necessità per renderlo uno degli attracchi temporanei a scopo turistico». Coloro che arriveranno in città per mezzo lago su delle piccole imbarcazioni, potranno "parcheggiare" il loro mezzo per tre ore e recarsi alle rispettive destinazioni.

Lecchese insegue e blocca ladro dopo colpo in Via Malpensata 

Così Lusardi, presidente dell'Autorità: «Ho la fortuna e l’onore di rappresentare sin dalla nascita l’Autorità, prima consorzio. La volontà e quella di rilanciare l’entrata alla città. I lavori sul golfo verranno portati a termine, siamo in fase d’appalto del progetto definitivo del lotto riguardante il giardino. Il porto sarà l’ultima parte, quello su cui abbiamo i piedi è solo un aperitivo di ciò che sarà tra qualche tempo».

Prima della benedizione di Don Milani, recentemente nominato prevosto di Lecco, ha parlato anche Corrado Valsecchi, assessore ai lavori pubblici del Comune: «La collaborazione con l’Autorità di Bacino è fondamentale per ciò che si sta facendo qui e sulla massicciata di via Adda. Diamo decoro a una situazione che viveva in assenza totale di sicurezza».

Al taglio del nastro, eseguito dai piccoli Marco e Melissa, erano presenti anche il vicesindaco Francesca Bonacina, l'AD di Silea Mauro Colombo, e i consiglieri comunali Emilio Minuzzo (Forza Italia) e Giovanni Colombo (Lega). Al termine della cerimonia, Pierdomenico Frigerio, titolare del vicino chiosco "Da Friz", ha offerto un rinfresco.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palloncino lanciato in Belgio durante i funerali di una diciottenne atterra nel Lecchese

  • Tragedia a Lecco: altra vittima di un incidente sul lavoro. Si teme il gesto volontario

  • Dramma famigliare sfocia in violenza: aggredisce la convivente e tenta il suicidio

  • Tragedia in alta quota: escursionista sessantenne muore sul Resegone

  • Un progetto per prolungare la Tangenziale Est fino a sud di Lecco: ben 16 km in galleria

  • Si perdono in dieci nei boschi sopra Maggianico: salvati dai pompieri

Torna su
LeccoToday è in caricamento