Nel piano di investimenti di Rfi c'è un secondo ponte a Paderno

Programmati interventi per 14 miliardi di euro: c'è anche la realizzazione di un nuovo collegamento sull'Adda. Ponte San Michele, i lavori proseguono spediti «grazie alla collaborazione tra enti»

Un nuovo ponte a Paderno: c'è anche questa attesissima opera nel piano di investimenti di Rfi e Fs Italiane finanziato con 14,6 miliardi.

Il dettaglio degli interventi è stato illustrato mercoledì a Milano dall'Amministratore delegato e direttore generale del Gruppo FS Italiane Gianfranco Battisti e dall'amministratore delegato e direttore generale di Rete ferroviaria italiana Maurizio Gentile al presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

Tra i vari interventi infrastrutturali illustrati nel corso dell'incontro, c'è anche il percorso progettuale per avviare la costruzione di un secondo ponte a Paderno d'Adda.

Gli altri interventi programmati

Il potenziamento della linea Ponte San Pietro-Bergamo-Montello, il raddoppio della Codogno-Cremona-Mantova e il completamento della Milano-Mortara, il nuovo collegamento ferroviario con la stazione dell'aeroporto di Orio al Serio, il potenziamento della Gallarate-Rho, il quadruplicamento della Tortona - Voghera e della Milano Rogoredo-Pavia, la velocizzazione della Milano-Genova, oltre che la realizzazione dell'Av Brescia-Verona.

Rfi ha comunicato inoltre che entro il 2024 saranno chiusi oltre 110 passaggi a livello con investimento di 170 milioni di euro, coinvolgendo le amministrazioni locali e regionali.

Ponte: i lavori procedono spediti

Nel frattempo, nell'attesa futura del nuovo ponte, i lavori che Rete ferroviaria italiana sta effettuando sul Ponte San Michele procedono spediti.

«Ciò è reso possibile anche grazie all'ottima collaborazione instaurata con tutti gli enti in gioco - spiegano da Rfi - come dimostra l'approvazione (il 18 febbraio, ndr), da parte della giunta regionale lombarda, dell'autorizzazione rilasciata in deroga al regime del Parco Adda Nord, necessaria per la realizzazione delle piste di cantiere funzionali ai lavori». Un passo che, di fatto, consente in maniera tempestiva la predisposizione delle piste provvisorie per la seconda fase dei lavori al ponte, relativi al consolidamento strutturale. A marzo, inoltre, è confermata la riapertura al traffico ciclopedonale.

Pista ciclopedonale, i lavori si avviano alla conclusione
 

Potrebbe interessarti

  • Come allontanare le formiche da casa: rimedi naturali

  • Caldo in auto: come difendersi

  • Dormire bene e svegliarsi di buon umore: ecco alcuni consigli

  • Piscine interrate: costi e tempi di realizzazione

I più letti della settimana

  • Vendeva vestiti contraffatti provenienti dalla Cina: sequestrate casa e auto a una lecchese

  • Super biscia "a spasso" in centro città entra in una scuola guida

  • Notte fra sabato e domenica, fioccano gli incidenti nel Lecchese

  • Esagera con l'alcool: giovane finisce ricoverato in ospedale

  • Molesta i turisti sul treno e fa a cazzotti con gli agenti: arrestato giovane

  • Beccato a spacciare vicino a un locale notturno: giovane punito con il primo daspo urbano della provincia

Torna su
LeccoToday è in caricamento