Tele Unica è salva grazie a una cordata di sei imprenditori lecchesi e sondriesi

L'annuncio poco fa al tg da parte del direttore Katia Sala: «Prospettiva seria e forte per mantenere viva una voce informativa apprezzata e salvaguardare i posti di lavoro»

 

Giovedì 20 dicembre 2018 arrivò l'annuncio in diretta al telegiornale: «Tele Unica chiuderà con l'anno nuovo». Il 13 marzo 2019, in poco meno di tre mesi, lo scenario si è completamente ridisegnato. La tv locale di due territori, Lecco e Sondrio, non solo non ha chiuso i battenti, ma si rilancia. La buona notizia è stata ufficializzata questa sera, mercoledì, dal direttore editoriale Katia Sala durante il tg (riportiamo sopra il video integrale dell'annuncio).

A salvare l'emittente - e una quindicina di lavoratori - è stata una cordata costituita da sei imprenditori, tre del Lecchese e altrettanti della Valtellina. "Collante" dell'operazione Corrado Valsecchi, attuale assessore al Comune di Lecco, mentre il nuovo amministratore è il 36enne Andrea Gaddi.

L'annuncio choc: «Tele Unica chiuderà a inizio 2019»

Il discorso integrale di Katia Sala

«Cari telespettatori, oggi, nuovamente, la notizia in primo piano siamo noi. 

Il 20 dicembre scorso vi avevamo dato l’annuncio dell’imminente cessazione dell’attività della nostra Emittente. Ogni tentativo di trovare un partner o degli investitori si era rivelato vano, nonostante l’apprezzato sforzo dei Prefetti Liliana Baccari e Giuseppe Scalia, e le attestazioni di stima da parte di tanti. Ma non ci siamo arresi. Proprio grazie a quell’annuncio altri si sono spesi, e dopo una prima trattativa poi non conclusa, all’ultimo minuto l'impossibile si è realizzato. E in effetti questa sera, finalmente, possiamo comunicare che Teleunica ha una prospettiva, seria e forte, su cui tutti dobbiamo lavorare e investire.

Un miracolo insperato, reso possibile grazie all’intervento di due gruppi di imprenditori, di Lecco e di Sondrio, che hanno deciso di dare una chance di salvataggio all’unica e storica Tv delle due province, per conseguire almeno tre obiettivi fondamentali: mantenere viva una voce informativa apprezzata e con un vasto seguito; salvaguardare i posti di lavoro e il valore sociale della nostra Televisione;
rilanciare, nei mesi a venire, il progetto editoriale, perché la Tv sia sempre più presente, proponendo una programmazione ancor più legata, in chiave strategica, al territorio e in sintonia con voi telespettatori di ogni età, guardando anche alle potenzialità offerte delle nuove tecnologie. 

Il progetto dei nostri investitori è farsi carico, da subito, della gestione e mettere a disposizione le prime risorse necessarie a ripartire, per essere così da volano ad altri imprenditori e alle istituzioni del territorio, che - facendo proprio lo spunto e il senso civico dei promotori - possano essere a loro volta parte di questa Impresa, nel senso proprio della parola. Si vuole che Unica sia un esempio di cittadinanza attiva, di volontà di fare la differenza per il nostro territorio, essendo occasione per un coinvolgimento pro-attivo di tanti, partendo dal primo passo fatto oggi.

Così imprenditori, di Lecco e di Sondrio, si sono detti pronti a sostenere la ripresa e il rilancio di Unica per questo anno, confidando che l’iniziativa raccolga sostegno e consensi e che tra un anno si realizzino le condizioni per portare a termine l’operazione di salvataggio. Dobbiamo quindi ringraziare, a Lecco, l'iniziativa sensibile e pragmatica di Corrado Valsecchi, che ha coinvolto Gianluca Braguti e l’Impresa Corti Costruzioni, insieme ad Andrea Gaddi - editore ed esperto di marketing - che ha assunto la carica di Amministratore Unico ed è già al lavoro.

In Valtellina l'iniziativa di Antonio Tirelli, che ha coinvolto Stefano Martinalli e Plinio Vanini, garantendo così un impegno diffuso e coeso nelle due Province. A tutti loro va la nostra gratitudine.

Katia Sala-2

Un sentimento che desideriamo rivolgere anche all'avvocato Massimo Campa che, con la collega di Studio, l’Avvocato Marina Pirovano, ha condotto in questi mesi le complesse trattative in particolare con i due gruppi imprenditoriali, gettando il cuore oltre l’ostacolo, senza mai demordere e dimostrando doti non comuni di mediazione. Vogliamo ringraziare anche la Curatela del fallimento Filca, attuale socio indiretto di maggioranza di Teleunica, nelle persone del Rag. Riccardo Nucera e della Dott.ssa Raffaella Paveri, che con altrettanto coinvolgimento e straordinaria dedizione hanno seguito le negoziazioni, così come il Tribunale di Lecco e il Giudice Dario Colasanti, attento al valore sociale della Nostra Televisione.

Un pensiero di gratitudine, infine, l’Assemblea dei Soci rivolge allo storico Editore di Teleunica, Giacomo Fumeo, per l’impegno di tutti questi anni e per la disponibilità dimostrata sino all’ultimo.
Di tutti i dipendenti dobbiamo sottolineare l’amore per questa professione e la tenacia nel continuare ad operare, in questi ultimi mesi, senza risorse e in attesa di una svolta, che davvero all’ultimo e insperata è giunta. E in questo percorso è stato importante il sostegno, sinergico e prospettico, delle Organizzazioni sindacali nelle figure di Fabio Gerosa, della Cgil, e Rino Caspani della Cisl. 

Grazie, più di tutti, a voi telespettatori, che avete fatto il tifo per noi, che ci avete incoraggiato, che date senso e valore al nostro lavoro e che cercheremo, anche in questa nuova sfida, di non deludere, dando sempre il massimo con passione e professionalità. Si riparte, più determinati ed entusiasti che mai.  Questa è la nostra Impresa ed è unica».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Sport

    Viola Valsecchi si laurea due volte campionessa italiana nella pole dance

  • Video

    Lecco raccontata in un minuto... E in tutte le stagioni

  • Video

    «Acqua, aria, terra sui borghi del Lago» nel video del videomaker Simone Sergi

  • Attualità

    Concorso fotografico al "Campo dei fiori": in palio un volo in idrovolante

Torna su
LeccoToday è in caricamento