"Dervio Viva", tra le priorità ci sono Corenno Plinio e la sicurezza

La lista civica in lizza alle prossime elezioni amministrative sta rifinendo squadra e programma. Il candidato sindaco Stefano Cassinelli: «La frazione deve rivivere ed essere volano per il paese»

Il candidato sindaco di "Dervio Viva" Stefano Cassinelli

"Dervio Viva" lancia la sua sfida. La lista civica guidata dal candidato sindaco Stefano Cassinelli è pronta a scegliere la squadra da presentare alla prossima tornata elettorale del 26 maggio 2019.

«Siamo un gruppo di lavoro di quaranta persone - spiega il candidato - un numero che mi ha scioccato viste le difficoltà riscontrate in altri paesi, tutte persone valide che rappresentano diverse fasce di età e professionalità».

Corenno Plinio si merita un posto fra i "I Luoghi del Cuore"

La sfida di Cassinelli, che in attesa dell'ufficialità dovrebbe essere al sindaco uscente Davide Vassena, nasce da lontano: giornalista professionista, responsabile del Forte Montecchio Nord, il 46enne derviese fu già candidato sindaco nel 2004 (contro Macchi e Adamoli) e vanta trascorsi da consigliere comunale. «Tutti conoscono la mia passione per la cosa pubblica - dichiara Cassinelli - Quando mi è stato chiesto di candidarmi, lo scorso luglio, ho voluto pensarci perché grande impegno. A settembre mi è stato richiesto e mi sono lasciato coinvolgere con impegno. C'è un bel gruppo. Stiamo rifinendo la lista fra i tanti papabili, spetterà a me decidere così come stabilito dalla maggioranza. Io avrei preferito un'elezione interna. Se avessimo il privilegio di guidare il paese, non ci sarebbe un uomo solo al comando che fa il bello e il cattivo tempo - specifica Cassinelli - ma un gruppo di lavoro, con assemblee pubbliche per le decisioni importanti, cosa che è mancata a Dervio in questi anni, per esempio con la centrale idroelettrica sul Varrone o per i lavori al Fosett».

Mille visitatori al Forte Montecchio Nord per "Il Fronte al Forte"

È ancora presto per conoscere nei dettagli il programma elettorale di "Dervio Viva", ma Cassinelli può già anticipare due cavalli di battaglia. «Punteremo Su Corenno Plinio, per fare rinascere una frazione a oggi abbandonata. Sull'esperienza di quanto vissuto da me al Forte, ma anche al Castello di Vezio, l'obiettivo è rendere il borgo visitabile a pagamento, per renderlo più bello e più sicuro e incassare soldi da reinvestire su tutto il territorio comunale, creando opportunità di lavoro. Il tutto a costo zero per le casse derviesi, essendosi offerto un privato per finanziare il progetto». L'altro punto cardine di "Dervio Viva" sarà la sicurezza: «Sfrutteremo la possibilità di impiegare agenti di Polizia locale provenienti da altre realtà, anche in orario serale, sulla falsariga di quanto accade ad esempio a Oliveto Lario».

Potrebbe interessarti

  • Come pulire il lavello in acciaio: rimedi naturali

  • Aree verdi nel Lecchese: 5 mete ideali per stare a contatto con la natura

  • Le proprietà della ciliegia e tutti i suoi benefici

  • Mirtillo nero: proprietà e benefici

I più letti della settimana

  • Troppi batteri nell'acqua del lago e motivi di sicurezza: vietato fare il bagno in tre spiagge del Lecchese

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: ecco il primo negozio dedicato alla vagina

  • Giù la serranda per l'ultima volta: Lecco perde anche Teorema Giocattoli

  • Strappa la collana a una donna, tre passanti lo inseguono e recuperano il bottino

  • Dervio. Accusa malore mentre è in auto: grave uomo anziano

  • Malore alla guida, perde il controllo ed esce fuori strada: elisoccorso in Valassina

Torna su
LeccoToday è in caricamento