Forza Italia: «I cittadini chiedono più sicurezza e decoro urbano»

Galli, Tallarita e Minuzzo dopo l'ultima rissa scoppiata in centro: «I dati relativi al calo di reati non sono attendibili: la gente, sentendosi poco sicura, ha cambiato le proprie abitudini»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Leggiamo dell'ennesima aggressione nel centro cittadino e la replica di Francesca Bonacina, vicesindaco con delega alla Polizia locale, ci lascia senza parole.

Commentando l'indicatore ICityRate sulla sicurezza, che passa nel giro di un anno dalla 16^ alla 46^ posizione nel comparto sicurezza e legalità, l'assessore autoassolve l'Amministrazione di cui fa parte, snocciolando una serie di numeri e percentuali in termini di reati in diminuzione che, a suo modo di vedere, rappresentano una cintura di sicurezza, lasciando «qualche interrogativo rispetto al sensibile peggioramento del posizionamento nella citata graduatoria» che comunque deve ancora essere valutata e analizzata.

Lecco: litigano per il cane che abbaia, scoppia rissa

Ma i dati relativi ai reati denunciati non sono attendibili; la presunta diminuzione è dovuta solo alla sfiducia che ormai il cittadino ha nei confronti degli operatori della giustizia, da cui il calo delle denunce di reato, ritenute solo una inutile perdita di tempo.

Riteniamo che qualche volta convenga lasciare in secondo piano i numeri e ascoltare i cittadini: c'è sicurezza? Girando per la città ci si sente sicuri? Si vedono forze dell'ordine a presidio del territorio? Ci sono le infrastrutture minimali atte a garantire un presidio, anche tecnologico, in termini di sicurezza? Ci pare proprio di no.

Sole 24 Ore: sicurezza, migliorano i dati in provincia di Lecco

Il cittadino, minacciato sempre più dalla dilagante delinquenza, anche straniera, cerca di difendersi come può, magari cambiando le proprie abitudini; non si prendono treni in orari serali o notturni, si cerca di accompagnare figli e familiari nei loro spostamenti, si evitano determinati luoghi frequentati da vagabondi o malintenzionati e il degrado e l'abbandono di alcune zone della città aumenta.

Invitiamo l’assessore Bonacina a transitare per il viottolo di via Carlo Porta al crepuscolo, quei Bravi in ferro sembrano prendere vita, complice forse anche la suggestione dell'ottobre manzoniano. Durante la riqualificazione (se così possiamo chiamarla) della via si è pensato di abbellirla con graffiti e murales, ma non di dotare il percorso di una maggiore illuminazione e di qualche telecamera, che sicuramente servirebbero a creare un ambiente maggiormente accogliente e sicuro.

Lecco merita di più anche in termini di sicurezza e decoro urbano, forse è bene che qualcuno in quel di Palazzo Bovara inizi a rendersene conto.

Pietro Galli, coordinatore cittadino di Forza Italia

Antonio Tallarita, consigliere comunale Forza Italia Lecco

Emilio Minuzzo, consigliere comunale Forza Italia Lecco

Torna su
LeccoToday è in caricamento