Lecco-Campinas: firmato il gemellaggio tra le due città. Gomes alla base dell'accordo

Nella sala consiliare di Palazzo Bovara si è tenuta la cerimonia per suggellare la nuova amicizia tra Lecco e la città brasiliana

Il vicesindaco Teixeira firma l'atto di gemellaggio tra Lecco e Campinas

Era il lontano 1836 quando Antonio Carlo Gomes nacque a Campinas, oggi popolosa (952.659 abitanti, dati 2010) città dello stato di San Paolo in Brasile.  Quest'oggi, presso la sala consiliare del comune di Lecco, si è tenuta la cerimonia per suggellare il gemellaggio tra due città che sono unite dalla vita di Gomes. Il musicista, infatti, ancora giovane partì alla volta dell'Italia per studiare musica e laurearsi, presentando poi la sua opera "O Guaranì" al Teatro "La Scala" di Milano nel marzo 1970. Considerato poi il genio musicale delle Americhe, il divenuto celebre Gomes si stabilì poi a Lecco, dove nel 1880 fece costruire quella che tutti conosciamo come l'omonima Villa sita nel rione di Maggianico. Restaurata nel 1987, l'abitazione del musicista oggi ospita il "Civico istituto Musicale Giuseppe Zelioli".

"Si tratta di un 'obbligo’ nato da un legame comune tra le nostre due città - spiega il sindaco Virginio Brivio. E’ un passo per rendere Lecco una città ancora più spendibile dal punto di vista turistico, con la conseguente rivalutazione di Gomes: è un impegno che ci prendiamo". Accanto a lui c'è Henrique Magalhães Teixeira, vicesindaco di Campinas: "Spesso gli accordi sono economici, invece questo è culturale. Le nostre città non hanno molto in comune, ma le differenze fanno si che possano essere complementari. Abbiamo trovato realtà importanti come Politecnico e Confcommercio, con cui contiamo di costruire legami importanti e duraturi nel tempo, siamo stati impressionati anche dal lavoro della ‘Nostra Famiglia’ di Bosisio Parini. Ci accomuna la semplicità nel vivere: siamo ‘pane e salame’ anche noi. Ringraziamo tutti per il calore ricevuto. Questo accordo arriva in un momento particolare per noi, che stiamo apportando cambiamenti profondi a livello urbanistico e politico.”

A spiegare quello che si vive in Brasile è il console in Italia, Paulo Cordeiro De Andrade Pinto: “Il nostro è un paese enorme, la nostra sfida è quella di trasformarci continuamente. Le città italiane sono sviluppate con armonia e saggezza, Campinas è in continua espansione e deve imparare a seguire questa strada, pensate che in Brasile ci sono 40 milioni di abitanti italiani. La mia missione è quella di unire italiani e brasiliani perché insieme possano costruire un Mondo migliore.”

Emozionato il prefetto di Lecco Liliana Baccari, che ritrova "il calore tipico della mia Napoli nel popolo brasiliano. Voglio complimentarmi con i comuni, questa iniziativa ben s'inserisce con quelle che il nostro sta prendendo per essere migliore. Le distanze non sono più insormontabili, è la bellezza del progresso, ci permette di conoscere meglio il mondo. Sono molto entusiasta di questo percorso comune che stiamo intraprendendo con Campinas, è un momento di enorme crescita culturale per entrambe le città, spero che questi incontri siano sempre più ravvicinati.  La prossima volta spero di poter andare in Brasile (ride, ndr).”

La firma del documento, avvenuta dopo la lettura della dichiarazione congiunta letta da Simona Piazza, è stata accompagnata da un lungo applauso anche della giunta comunale, presentatasi in buon numero al momento. Presente in sala anche Sandra Ciocci, Primera Dama del sindaco di Campinas.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Vercurago, smottamento sulla provinciale: chiusa la Lecco-Bergamo

  • Meteo

    Il maltempo non è finito: è ancora allerta in provincia di Lecco

  • Cronaca

    Lecco, cede la fognatura: chiusa Via Monte Sabotino

  • Video

    Video | Lecco, l'impressionante muro d'acqua che ha colpito il rione Santo Stefano

I più letti della settimana

  • Referendum Autonomia Lombardia: il governatore Maroni a Lecco

Torna su
LeccoToday è in caricamento