Costa Masnaga, avviato l'iter per la realizzazione della moschea. Forza Italia: «Repubblica delle banane»

Duro attacco del consigliere regionale Mauro Piazza e del coordinatore provinciale Davide Bergna: «Il Consiglio non ne era stato informato»

Duro attacco all'Amministrazione comunale di Costa Masnaga, che ha avviato l'iter burocratico per la costruzione di una nuova moschea lungo la Strada Statale 36 "del Lago di Como e dello Spluga". A quanto pare, senza avvertire nè la cittadinanza, nè il Consiglio comunale: «Apprendiamo con stupore l’avvio dell’iter autorizzativo per la costruzione di una nuova moschea - ha infatti dichiarato Davide Bergna, coordinatore provinciale di Forza Italia -. L’intervento prevede l’insediamento di un luogo di culto islamico, grande quanto un campo di calcio, in un contesto urbanistico che farebbe divenire il paese di Costamasnaga la nuova La Mecca lombarda. Nel rispetto di ogni sensibilità religiosa - continua Bergna - segnaliamo il grave comportamento dell’amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Sabina Panzeri, che ha avviato un tale procedimento senza informare preventivamente il Consiglio comunale e la cittadinanza, dimostrando una considerazione pari allo zero assoluto dell’opinione pubblica e dell’ opposizione». «Questo metodo di lavoro, simile a quello utilizzato da democrazie illiberali, è lontano dalla nostra visione di fare politica e di cura del bene comune», ha concluso il coordinatore provinciale forzista.

Elezioni Regionali 2018: dominio Fontana. Tra i lecchesi vince Piazza, bene Nogara e Boscagli 

A rincarare la dose ci ha pensato Mauro Piazza: «Come Consigliere regionale – dichiara il forzista, rieletto di recente - presenterò un’interrogazione al fine di avere contezza che il progetto, presentato dal Comune di Costamasnaga, rispetti tutte le prescrizioni previste dalla legge sui luoghi di culto approvata nella scorsa legislatura da Regione Lombardia. Allo stesso tempo, alla luce dei fatti di cronaca degli scorsi mesi che vedevano l’arresto a Bulciago di esponenti radicali vicini al terrorismo islamico, sarebbe opportuno, visto l’impatto che una Moschea così grande avrebbe anche sui paesi limitrofi, ci sia nel più breve tempo possibile un’assemblea pubblica che coinvolga l’intero territorio brianzolo», ha concluso il Consigliere regionale di Forza Italia.

Potrebbe interessarti

  • Come pulire e sanificare il condizionatore

  • Come richiedere la carta d'identità elettronica

  • WhatsApp: ecco come nascondere lo Stato solo ad alcuni contatti

  • Saldi 2019, diamo il via allo shopping intelligente: ecco cosa comprare

I più letti della settimana

  • Morto per lo scoppio di un serbatoio Gpl, sconvolta la comunità di Garlate

  • Statale 36: ribaltamento nella galleria San Martino, lunghe code in uscita da Lecco

  • Impianto fognario non in regola e ospiti non dichiarati: sgomberato il Camping di Garlate

  • Il Nameless cambia location, Fumagalli: «E' sempre difficile fare scelte così»

  • È arrivato il temporale: grandine e fulmini sul Lecchese

  • Scoppia serbatoio di Gpl a Gravedona: morto un lecchese

Torna su
LeccoToday è in caricamento