Venturini lancia "Noi per Lecco": «Fuori dal mondo essere contrari al lavoro festivo»

«Indipendentemente dal colore politico credo che il problema non sia lavorare di sabato o di domenica, ma di quanto si è pagati e dal tipo di contratto che si è stipulato»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Indipendentemente dal colore politico credo che il problema non sia lavorare di sabato o di domenica, ma di quanto si è pagati e dal tipo di contratto che si è stipulato. Rifondazione assume posizioni assai fuori tempo in un mondo che, si sa, corre sempre più veloce e se cammini rischi di rimaniere indietro, figuriamoci se non ci muoviamo e stiamo fermi al posto fisso o al rifiuto di lavorare nei giorni festivi.

Operatori ecologici, operai a ciclo continuo, ospedali, forze dell'ordine, aeroporti, trasporti su ferro o gomma ecc. Cosa dovrebbero fare?

Tutti quelli che sono contrari al lavoro festivo dovrebbero rifiutarsi ad andare a mangiare al ristorante, mangiarsi un gelato, andare a vedersi un cinema, predere un autobus, un treno, leggere un giornale ecc. e starsene pacificamente a casa elocubrando ideologie fuori tempo.

Ezio Venturini, Vania Magenta, Ciro Lamberti, Giovanni Moscato, Susan Mwangi, Luigi Mauri, Lucia Francesca Goretti per "Noi per Lecco"

Torna su
LeccoToday è in caricamento