Valmadrera, elezioni. Bocciato il simbolo della lista "Progetto Valmadrera"

La commissione elettorale circondariale ha dato il suo diniego all'approvazione del simbolo, utilizzato da anni

Antonio Rusconi, candidato sindaco a Valmadrera

"No" al simbolo di Progetto Valmadrera, lista civica di area centrosinistra capitanata dall'ex Senatore della Repubblica Antonio Rusconi. La commissione elettorale circondariale che fa capo alla Prefettura ha ricusato il simbolo presentato nelle scorse settimane, decisione che nega alla lista la possibilità di utilizzare il logo utilizzato dal 1995 e anche nel corso della precedente tornata elettorale, quando venne eletto l'attuale primo cittadino valmadrerese Donatella Crippa. Contestualmente, è stata posticipata al prossimo venerdì 10 maggio l'estrazione dei numeri di lista.

Valmadrera, elezioni. Le liste aprono le porte ai cittadini: gli appuntamenti nelle varie sedi 

Gli altri casi in provincia

Il simbolo è stato ricusato per la presenza del campanile del Seicento del Centro Culturale Fatebenefratelli al suo interno, vietato da una normativa del 1960; le medesime decisioni hanno bloccato anche altri tredici simboli sul territorio provinciale, tra cui quelli di Vercurago Ideale ed Erve Ideale, oltre a quelli di quattro liste valsassinesi (le due di Margno, più una a Introbio e un'altra a Pasturo).

Entro 48 ore, scattate domenica, dovrà essere depositato un nuovo simbolo.

Logo ricusato, Progetto Valmadrera: «Rammarico per l'interpretazione della norma». Il nuovo simbolo

La normativa vigente

Così si legge nella normativa: «è, altresì, vietato presentare “contrassegni riproducenti immagini o soggetti di natura religiosa”(artt. 30 e 33, 1° c., lett. b. del DPR).

Decreto del Presidente della Repubblica 16 maggio 1960, n. 570 Testo unico delle leggi per la composizione e la elezione degli organi delle Amministrazioni comunali
[...]
Articolo 30
(T.U. 5 aprile 1951, n. 203, art. 28, e legge 23 marzo 1956, n. 136, art. 17).
La Commissione elettorale circondariale, entro il giorno successivo a quello della presentazione delle candidature:
[...]
b) ricusa i contrassegni di lista che siano identici o che si possano facilmente confondere con quelli presentati in precedenza o con quelli notoriamente usati da altri partiti o raggruppamenti politici, ovvero riproducenti simboli o elementi caratterizzanti di simboli che, per essere usati tradizionalmente da partiti presenti in Parlamento, possono trarre in errore l’elettore. In tali casi la Commissione assegna un termine di non oltre 48 ore per la presentazione di un nuovo contrassegno. Ricusa altresì i contrassegni riproducenti immagini o soggetti di natura religiosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casargo: precipita mentre percorre l'Alpe Giumello in mountain bike, muore 51enne

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Resegone: escursionista precipita sul versante nord, è ricoverato in gravi condizioni

  • Trovato un cadavere nell'Adda: si teme sia quello di Nicola Scieghi

Torna su
LeccoToday è in caricamento