"CambiAMO Valmadrera": Leidi presenta squadra e programma con Giorgetti

Il candidato sindaco del Carroccio assicura: «Vincente o perdente, per i prossimi dieci anni sarò al servizio della mia città»

La corposa squadra candidata alle elezioni di Valmadrera

Di certo non si può dire che Alessandro Leidi non abbia parecchia energia. Il candidato della Lega a Valmadrera, nella serata di venerdì, ha arringato per un'ora e mezza i presenti al Centro Culturale Fatebenefratelli, scaldati dall'aperitivo con il sottosegretario Giancarlo Giorgetti, uno dei deus ex machina del Carroccio di Salvini, illustrando lista e programma stilato da lui e dai suoi sedici candidati. Due soli i reduci dall'attuale Amministrazione Comunale (Elio Bartesaghi e Mariangela Maroni Vescovi), uno l'elemento noto in politica (il calolziese Flavio Nogara, capolista), e tredici i "novizi", pescati da varie fasce della cittadinanza valmadrerese.

Il programma della Lega di Leidi

Il programma stilato da Alessandro Leidi e dalla sua squadra è, per stessa ammissione dell'imprenditore, «Semplice e fatto anche di cose banali, ma pulito e lineare». Tra i capisaldi sicurezza (vigilanza e controllo, telecamere di sorveglianza, rimozione delle slot machine, polo di primo soccorso, nuova Caserma», urbanistica e lavori pubblici (piano strutturale, miglioramento illuminazione, impianti fotovoltaici, colonnine di ricarica per i veicoli elettrici, riqualificazione area ex Fomp), viabilità (piano del traffico, nuove aree di parcheggio, dissuasori di velocità, rimozione barriere architettoniche, impianti e ausili elettrici in piazza del mercato, Ztl in Gianvacca, manutenzione del manto), turismo (agevolare la nascita di attività ricettive, installazione hotspot Wi-Fi, promozione degli itinerari, riqualificazione dell'area di Parè, realizzazione di un'app, ciclopedonale Parè-Malgrate, creazione infopoint), economia, commercio e sviluppo (welfare cittadino in primis), cultura, arte e sport attraverso il sostegno alle associazioni che operano in città, pubblica istruzione e gioventù, e lo spegnimento del forno inceneritore, «ormai arrivato a fine vita. Valmadrera ha già dato abbastanza».

Leidi presenta la squadra della Lega a Valmadrera

Breve il "cappello" di Leidi: «La squadra è formata da sedici persone ed è necessariamente collegata all’attuale opposizione in comune. Era indispensabile avere un’unione con quella che è stata l’ultima Amministrazione, per conoscerne nei dettagli l'operato». Poi, il titolare della Vincit ha lasciato il microfono a quelli che sono i nomi scelti per, nelle sue idee, guidare Valmadrera nei prossimi cinque anni.

Flavio Nogara, 42 anni, è il capolista: «Conosco Alessandro da anni, per me è la figura ideale per cambiare il modo di amministrare Valmadrera. Ho lavorato 15 anni qui, ho avuto uno stimolo forte dal cuore, non mi sono mai candidato fuori dal mio comune, ma questa volta mi sono messo a disposizione fuori da Calolzio. Amministrare è bello solo se puoi farlo, di soldi ce ne sono parecchi da utilizzare, vanno solo presi attraverso bandi regionali o europei. Inoltre, vogliamo incontrare la gente per strada e stare sempre tra di loro, non solo in campagna elettorale. Noi crediamo nel cambiamento a Valmadrera, in tanti mi hanno chiesto d’intervenire qui. Abbiamo una squadra di un livello elevato, che può stravolgere questa città in bene. È importante votare Lega questa volta, dovete esserne convinti e convincere tutti a farlo».

Marco Consonni, 40 anni: «Sento la necessità di un cambiamento per la nostra città, è alla base del successo».

Elio Bartesaghi, 60 anni, consigliere comunale uscente opposizione: «Sono stufo di fare solo opposizione da vent’anni a questa parte, cercate di aiutarci a vincere».

Stefania Rigoni, 33 anni, imprenditrice valmadrerese: «Ho creduto in Alessandro, è la persona giusta per cambiare».

Mirella Pungitore, 58 anni, casalinga: «Credo nel cambiamento e in Alessandro, è una persona splendida».

Valeria Giudici, 40 anni, avvocato a Milano: «Vivo qui dal 2013, sono stata accolta con grande generosità, abbiamo un ottimo candidato in cui crediamo e grazie al quale cambieremo molte cose».

Giulia Consonni, 28 anni, avvocato: «Alessandro è la persona giusta per ridare vita al tessuto commerciale. Fondamentale il potenziamento di quanto c’è in città, soprattutto l’aspetto scolastico».

Laura Trevisiol, 58 anni, casalinga: «Credo che Valmadrera abbia bisogno di un cambiamento».

Mariangela Maroni Vescovi, 53 anni, consigliere uscente: «Credo molto in Alessandro, ha un’attività alle spalle, capacità, intelligenza e un istinto innato per il buonsenso. Voglio vedere una città che rifiorisce, ora è tutto immobile, anche se, ovviamente ora che ci sono le elezioni e non è così, bisogna farsi vedere... Chi è in minoranza fa fatica a chiedere qualsiasi cosa, se chiedi informazioni sui semafori lo stesso comandante ti si mette di fronte e dice che hai torto. In 4 contro 12 si fa poco, abbiamo ottenuto tutto con forza e volontà, dateci la possibilità di lasciare qualcosa a figli e nipoti. Non dobbiamo chiedere “per favore”, perché il comune è la casa dei cittadini».

Paolo Michael Gritti, 54 anni, libero professionista: «Valmadrera ha un grosso pregio, è in una culla bellissima e ha un golfo bellissimo. Nulla di ciò è sfruttato, si ha un potenziale economico enorme in mano. Questa non alternanza nell’amministrazione ha portato a creare cittadini di Serie A e Serie B».

Pantaleo Pochiero, 52 anni: «Non volevo aspettare altri trent’anni per il cambiamento. Ce la stiamo mettendo tutta, abbiamo fatto veramente tardi per stilare questo programma».

Sara Frusca, 25 anni: «Ho scelto di tornare nella nostra città perché vengo da una famiglia d’imprenditori locali e perché ho visto una persona che si è candidata in politica per cambiare quello che ci circonda».

Stefania Butti, 61 anni: «Oggi le attività commerciali stanno andando in malora, il negozio di mia sorella sopravvive e basta nonostante sia aperto dal 1900. Dobbiamo sfruttare questa nostra bellezza che ci circonda».

Andrea Germini, 21 anni, studente universitario: «Sono anni che vivo qua, come giovane mi ritrovo in città per studiare e dormire. Vorrei passare una serata nella mia città, so che Leidi è l’uomo giusto per portare questo cambiamento».

Matteo Amati, 40 anni, giornalista sportivo specializzato nel ciclismo: «Bisogna lavorare pancia a terra, cosa che ho visto in Alessandro. Abbiamo ampi margini di miglioramento».

Matteo Mazzoleni, tra i soci fondatori della Lega Valmadrera: «Siamo partiti tanti anni fa, eravamo quasi dei clandestini a casa propria. Le associazioni hanno lavorato per il paese, non devono essere patrimonio di pochi, ma di tutti. La realtà della Lega in città era importante, mentre ci sono delle liste pseudociviche che sono supportate da partiti non più in auge. Vogliamo portare avanti il movimento, dobbiamo impegnarci e portare avanti le nostre esigenze senza avere paura del passato per aprirci al futuro».

In chiusura, ancora Leidi: «Sono commosso nel vedere questa ampiezza di vedute, non è facile vedere tutto questo ma capita perché è gente straordinaria. Abbiamo stilato un programma partendo da zero e tenendo i piedi per terra, con cui lavorare piano piano con una squadra. La mia è la scelta di vivere la mia città per i prossimi dieci anni, da vincente o perdente».

Lega verso le elezioni di Valmadrera: la lista

Queste le persone in lista con Leidi, che saranno candidate alle elezioni del prossimo 26 maggio.

N.

Nome e cognome

Luogo e data di nascita

1

Flavio Nogara

Bellano, 25 novembre 1976

2

Elio Bartesaghi

Valmadrera, 1 dicembre 1955

3

Mariangela Maroni Vescovi

Mede (PV), 20 giugno 1965

4

Stefania Butti

Valmadrera, 15 luglio 1957

5

Giulia Consonni

Lecco, 8 agosto 1990

6

Sara Frusca

Lecco, 23 marzo 1993

7

Paolo Nicola Micheli Gritti

Lecco, 20 gennaio 1965

8

Marco Consonni detto Conso

Lecco, 23 febbraio 1978

9

Pantaleo Pochiero

Vibo Valentia (VV), 9 settembre 1966

10

Andrea Germini

Varese, 24 agosto 1997

11

Mirella Pungitore

Petronà (CZ), 19 maggio 1960

12

Laura Trevisiol

Rho (MI), 20 maggio 1961

13

Matteo Mazzoleni

Lecco, 6 agosto 1971

14

Matteo Amati

Lecco, 11 maggio 1978

15

Valeria Giudici

Lecco, 19 aprile 1979

16

Stefania Rigoni

Lecco, 3 dicembre 1985

Potrebbe interessarti

  • Come richiedere la carta d'identità elettronica

  • WhatsApp: ecco come nascondere lo Stato solo ad alcuni contatti

  • Saldi 2019, diamo il via allo shopping intelligente: ecco cosa comprare

  • Anguria: tutti i benefici e le proprietà nutritive

I più letti della settimana

  • Morto per lo scoppio di un serbatoio Gpl, sconvolta la comunità di Garlate

  • Statale 36: ribaltamento nella galleria San Martino, lunghe code in uscita da Lecco

  • Impianto fognario non in regola e ospiti non dichiarati: sgomberato il Camping di Garlate

  • Il Nameless cambia location, Fumagalli: «E' sempre difficile fare scelte così»

  • È arrivato il temporale: grandine e fulmini sul Lecchese

  • Trovato senza sensi sulla statale Regina: grave ciclista lecchese

Torna su
LeccoToday è in caricamento