Premi di incoraggiamento allo studio: contributo per 40 figli dei dipendenti dell'Asst

Il numero è stato raddoppiato rispetto allo scorso anno grazie all'accordo sindacale per la valorizzazione delle politiche di Welfare aziendale. Progetto finanziato con i risparmi di altre iniziative

Stanziati, anche per quest'anno, i "Premi di incoraggiamento allo studio" destinati ai figli dei dipendenti dell'Azienda socio-sanitaria territoriale di Lecco per i brillanti risultati scolastici e universitari conseguiti nel corso del 2018.

L'iniziativa, frutto della costante e proficua collaborazione con la Rappresentanza Sindacale Unitaria (Rsu) e le Organizzazioni sindacali del comparto e della dirigenza medica, ha permesso l'assegnazione a 40 giovani studenti di un premio economico di 900 euro ciascuno (cinque premi per gli studenti della Scuola secondaria di II° livello; 18 quelli assegnati ai laureati che hanno ottenuto la laurea triennale di I° livello; e 17 premi, invece, sono stati destinati agli studenti meritevoli della laurea specialistica/magistrale/a ciclo unico).

Un numero, di fatto, raddoppiato rispetto a quello bandito dall'Asst lecchese che prevedeva 18 premi di incoraggiamento allo studio a favore dei figli dei dipendenti, che è stato incrementato grazie all'accordo sindacale per la valorizzazione delle politiche di Welfare aziendale per il 2018-2019, sottoscritto lo scorso anno, che ha permesso l'utilizzo e la ridistribuzione dei risparmi conseguiti da altre iniziative realizzate dall'azienda.

Asst Lecco: Cristina Riva nominata direttore della struttura di Anatomia patologica

I fondi destinati ai "Premi di incoraggiamento allo studio" rientrano nel contributo economico di 76mila euro che l'Azienda socio-sanitaria territoriale di Lecco e le organizzazioni sindacali hanno deciso di destinare, nel corso del 2018 e del 2019, alle importanti iniziative di Welfare aziendale messe in campo a favore dei propri operatori.

Tra le iniziative e i progetti più consolidati, portati avanti in questi anni, vale la pena ricordare nell'ambito del "sostegno alla genitorialità" l'erogazione di 23 contributi (per un totale complessivo di 33mila euro) destinati al sostegno del pagamento della retta della frequenza dei figli dei dipendenti dell'Azienda, in età compresa fra 0 e 3 anni, presso l'asilo nido aziendale "Piccoli Passi" o ai servizi per la prima infanzia (asilo nido, micronido, nido famiglia e sezioni primavera) pubblici e privati accreditati, situati fuori dalla città di Lecco; e l'acquisto dei servizi socio-educativi (pre-scuola e post-scuola) per i figli minori dei dipendenti, in età compresa tra i 3 e i 13 anni.

Nelle novità introdotte a favore degli operatori dell'Asst di Lecco vi è, poi, il bando per l'assegnazione di contribuiti per l'acquisto di abbonamenti per l'utilizzo di qualsiasi servizio di trasporto pubblico (regionale, interregionale e locale) per raggiungere la propria sede di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo: dal San Martino si stacca una frana, nessun danno alle abitazioni

  • Guida Michelin, il Lecchese si conferma: "Porticciolo" e "Pierino Penati" rimangono stellati

  • Merate: scomparsa Tatiana Malikova, cittadina russa residente in una struttura ricettiva

  • Civate: pescatori trovano resti umani nel lago di Annone, indagano le forze dell'ordine

  • Statale 36: chiusa la Lecco-Ballabio, traffico in tilt in città

  • Le migliori scuole della provincia di Lecco: i risultati per ogni indirizzo

Torna su
LeccoToday è in caricamento