Milano anticipa il mondo: impiantata la prima protesi al mondo stampata in 3D

L'operazione da record è avvenuta all'Humanitas di Rozzano ed è stata eseguita dal dottor Maurilio Marcacci con i colleghi Tommaso Bonanzinga e Francesco Iacono

Per la prima volta al mondo una protesi del ginocchio personalizzata e stampata interamente in 3d è stata impiantata su una paziente. L'operazione da record è avvenuta all'Humanitas di Rozzano ed è stata eseguita dal dottor Maurilio Marcacci, con la collaborazione dei colleghi Tommaso Bonanzinga e Francesco Iacono. 

«Gli ultimi sviluppi della medicina vedono la personalizzazione delle cure come un'opzione sempre più realistica e concreta. Anche l'ortopedia non fa eccezione, con studi che vanno dallo sviluppo di protesi con materiali sempre più innovativi e su misura per il paziente, fino all'utilizzo di cellule staminali che aiutino la rigenerazione dei tessuti e della cartilagine. Questo intervento è la conclusione di un progetto di ricerca che apre le porte ad interessanti opzioni terapeutiche a beneficio dei pazienti e che speriamo possa stimolare il lavoro di tutti i professionisti nel campo della scienza e della medicina per trovare applicazioni cliniche sempre più innovative» ha commentato il dottor Marcacci. 

L'artroplastica del ginocchio, ovvero la ricostruzione attraverso una protesi totale del ginocchio, è una delle procedure ortopediche più comunemente eseguite, che raggiunge i 4 milioni di casi all'anno nel mondo: pur essendo «una procedura di routine, fino al 15% dei pazienti si dichiara non soddisfatto dei risultati e il 6,2% rischia di essere sottoposto a una revisione della protesi nei successivi 10 anni», ha chiarito il dottor Bonanzinga.

Protesi in 3d personalizzata: la prima al mondo

«Customizzazione e personalizzazione sono diventate ormai parole chiave nel mondo della medicina - sottolineano dalla stessa Humanitas - A maggior ragione gli studi, le ricerche e le tecnologie applicate alle ricostruzioni articolari tendono ad avvicinarsi il più possibile alle esigenze del paziente».

I chirurghi del "Centro per la ricostruzione articolare" di Humanitas, in collaborazione con la start-up italiana Rejoint - vincitrice anche di un bando Horizon 2020 in ricerca e innovazione - hanno ideato una nuova procedura e stampato in 3d una protesi totale di ginocchio in lega di cromo cobalto: «Attraverso Tac e risonanza magnetica si rilevano le caratteristiche e i parametri anatomici del paziente. Su questa base e su queste informazioni - ha chiarito l'ortopedico - si stampa una protesi in 3d che è ricostruita fedelmente sulle dimensioni del ginocchio del paziente».

«Si tratta del primo caso al mondo in cui il rimpianto viene stampato in 3d - ha evidenziato il dottor Bonanzinga - inoltre durante l'intervento sono state utilizzate anche tecnologie accessorie utili a ridurre al minimo i rischi, a posizionare in modo preciso la protesi. Sarà il primo passo verso una personalizzazione dell'intervento, sempre più importante e necessaria».

La notizia su Milano Today

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendi boschivi: scatta l'allarme rosso in varie zone della Lombardia, Lario compreso

  • Notizie

    Aperto il primo asilo per cani in provincia di Lecco

  • Cronaca

    Alberi crollati, tetti scoperchiati: il vento devasta il territorio. Fiamme sul Cornizzolo

  • Notizie

    Verifiche di stabilità, due ponti chiusi in notturna a Calolzio

I più letti della settimana

  • Esenzioni ticket, si cambia: durata limitata e rinnovo non automatico

  • Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

  • Frustato perchè non abbastanza produttivo: giovane lavoratore si licenzia e denuncia il caso

  • Incidenti e cantieri deserti: traffico in tilt fino all'Alto Lago

  • Treni Storici: arriva il Lario Express, da Milano a Lecco su treni d'epoca

  • Statale 36: ennesimo incidente nella galleria del Monte Barro, traffico paralizzato

Torna su
LeccoToday è in caricamento