Le parti trattano al Ministero: revocato lo sciopero della sanità privata

L'agitazione era prevista per il 20 settembre 2019. La decisione dopo l'incontro con il ministro Speranza che ha fornito garanzie per un rinnovo contrattuale che parifichi i livelli stipendiali con i lavoratori della sanità pubblica

Revocato lo sciopero generale previsto per il 20 settembre da parte degli operatori del comparto della sanità privata. A comunicarlo sono la Funzione Pubblica Cgil, la Cisl Fp e la UilFp a seguito della nota del neoministro della Salute Roberto Speranza che ha coinvocato le parti in causa martedì 17 settembre al fine di trovare una soluzione alla vertenza.

Sanità pubblica: proclamato a Lecco lo sciopero, si terrà a ottobre

Le parti datoriali Aiop e Aris, intervenute con i rispettivi presidenti, contrariamente a quanto emerso in sede di tentativo obbligatorio di conciliazione effettuato al Ministero del Lavoro lo scorso 11 luglio, hanno confermato piena disponibilità a riprendere immediatamente il tavolo di confronto nazionale e a definire un rinnovo contrattuale in tempi rapidi che consenta di parificare i livelli stipendiali fra le lavoratrici e i lavoratori che operano nelle strutture private con i livelli stipendiali dei medesimi professionisti che operano nella sanità pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Addio cara mamma, sei stata una donna fortissima»

  • Usmate Velate, schianto tra due auto sulla Provinciale: morto un lecchese di 26 anni

  • I pendolari Trenord lanciano il loro "sciopero": «Un mese tutti senza biglietti e abbonamenti»

  • Lurago D'Erba: incidente mortale, muore una donna di Brivio

  • Nasce a Pescarenico il centro specialistico "Progetto futura infanzia"

  • Scatta l'allerta meteo: si abbassa la quota neve anche nel Lecchese

Torna su
LeccoToday è in caricamento