Premio di laurea "Dott. Ing. Katia Corti": vincono Andrea Bonaiti, Pier Paolo Mainetti, Luca Sironi

La giuria ha decretato la vittoria della tesi "AGRI+CULTURE: The new centre of Casatenovo"

Il vincitore del "Premio Katia Corti 2019"

È stato assegnato il premio di laurea “Dott. Ing. Katia Corti”, giunto alla sua ottava edizione grazie al contributo del Lions Club Lecco San Nicolò. Come di consueto la call è stata rivolta ai laureati in Ingegneria Edile-Architettura del Polo territoriale di Lecco che, tra luglio 2018 e aprile 2019, avessero discusso tesi riferite a un progetto innovativo di recupero o di nuova costruzione sul territorio lombardo, con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale dell'intervento.

Politecnico: tre progetti premiati con la borsa di studio "Katia Corti"

Il premio Katia Corti

Il concorso, istituito per ricordare l’ing. Katia Corti laureata al Politecnico di Milano e prematuramente scomparsa, si è chiuso ufficialmente oggi pomeriggio con la proclamazione dei risultati durante la cerimonia di conferimento delle lauree magistrali. Annunciati i vincitori, il presidente del Lions San Nicolò Romolo Gadaldi e la mamma di Katia Corti, hanno consegnato loro il premio di tremila euro messo in palio dal Club.

Premio "Katia Corti", la quarta edizione va al progetto che dà nuova vita al cotonificio di Bellano

La giuria ha decretato la vittoria della tesi "AGRI+CULTURE: The new centre of Casatenovo" di Andrea Bonaiti, Pier Paolo Mainetti, Luca Sironi ritenendo che l’elaborato affrontasse con originalità e completezza il tema della riqualificazione di un’area industriale dismessa in un piccolo centro.

Due menzioni speciali

I criteri di valutazione secondo cui si è basata la scelta sono stati: la complessità, la completezza e l’originalità della tesi e dei suoi elaborati all’interno di un progetto innovativo di recupero edilizio. Vista la qualità dei lavori presentati al concorso, i giurati hanno deciso di assegnare anche due menzioni speciali ai seguenti lavori:

Premio "Katia Corti", vince il progetto che riqualifica Brera

"FHAB / Flexible Hub Area Bombelli - Spazi flessibili tra lavoro ed eventi per rivitalizzare Lambrate" di Stefano Airaghi, Francesca Molina, Emiliano Sacco. La giuria ha espresso il seguente parere: “la tesi indaga il tema dell’innovazione e della flessibilità degli spazi per il lavoro con un intervento rigoroso e attento alla qualità degli spazi interni ed esterni di un complesso industriale dismesso”.

"Eco-quartiere Porto di Mare - modellazione e analisi multi-scalare alla scala urbana. Progettazione integrata di un Food district e Hub per i trasporti" di Tommaso Mauri, Maria Coraly Mazzucchelli, Elena Sala. Secondo la commissione la tesi interpreta in modo innovativo e articolato il nesso tra disegno urbano e sostenibilità ambientale in un’area periferica milanese di rilevante complessità.   

Premio Katia Corti: la giuria

  • prof.ssa Manuela Grecchi, Prorettore Delegato del Polo territoriale di Lecco
  • prof.ssa Ilaria Valente, Preside della Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
  • prof. Matteo Ruta, Coordinatore del Consiglio di Corso di Studi in Ingegneria Edile-Architettura
  • arch. Giovanni Fumagalli, delegato del Presidente del Lions Club “San Nicolò” di Lecco
  • geom. Gianni Corti, rappresentante della famiglia Corti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Le Piazze": torna il supermercato, giovedì Aldi apre il suo punto vendita all'interno del centro commerciale

  • È rientrata la donna di Galbiate scomparsa da ieri

  • Dopo dieci ore di ricerche da parte dei Vigili del fuoco è stata ritrovata la donna scomparsa

  • Come far asciugare il bucato in inverno: consigli utili

  • Auto si ribalta nel tunnel del Monte Barro, quattro persone finiscono in ospedale

  • Minaccia di morte con grosse forbici un barista di corso Martiri

Torna su
LeccoToday è in caricamento