Successo per il Social Day, alunni del Rota volontari per un giorno

Oltre 120 ragazzi al lavoro in negozi, bar e abitazioni del territorio: dal lavaggio auto all'aiuto ai veterinari. Le offerte raccolte andranno a progetti di cooperazione. Preside e promotori: «Importante iniziativa educativa perfettamente riuscita»

Volontariato, lavoro e solidarietà salgono in cattedra alla scuole superiori Rota di Calolziocorte. Oltre 120 alunni hanno infatti aderito questa mattina, sabato, al progetto "Social Day, volontari per un giorno", partecipando a una serie di uscite sul territorio per mettersi all'opera in negozi, bar, esercizi pubblici e abitazioni private.

In cambio di alcune ore di lavoro i ragazzi hanno ricevuto offerte in denaro che verranno destinate a cinque progetti di cooperazione internazionale (Kenya, Camerun, Tanzania, Ecuador e Malawi) e a favore di un'iniziativa dell'associazione Libera contro le mafie, in Italia. Gli alunni hanno vestito i panni dei baristi, affiancato veterinari, aiutato in negozi di abbigliamento, lavato auto e pulito anche in casa, spostandosi tra la sede scolastica del Lavello e altre località di Calolzio o di comuni limitrofi come Garlate e Carenno. 

Appello dei giovani alunni olginatesi: «Non voltate le spalle al nostro futuro, ascoltate gli scienziati»

Un'importante esperienza di lavoro concreto e di utilità sociale resa possibile grazie al lavoro della Cooperativa Liberi Sogni, al progetto Workstation, alla Comunità montana Lario orientale Valle San Martino guidata da Carlo Greppi e al gruppo Vulcano. Il tutto senza dimenticare il prezioso lavoro del personale docente guidato dalla preside delle superiori Rota, Sabrina Scola. Impegnate in prima fila nell'organizzazione Adriana Carbonaro e Letizia Todaro, le quali hanno coordinato le attività di oggi insieme ad altri colleghi educatori e ai professori, tra cui Simona Greppi e Gabriella Bonacina.

Alunni calolziesi in visita al museo delle penne nere

«Si tratta della prima edizione del Social Day organizzata in una scuola della provincia di Lecco e vista l'ottima adesione dei ragazzi, ben 121, speriamo di poter riproporre questa iniziativa anche in altre sedi - spiega Letizia Todaro di Merate - Gli alunni hanno lavorato con impegno ed entusiasmo all'interno dei diversi negozi del territorio che hanno deciso di collaborare con noi. C'è chi ha lavato le auto posteggiate a scuola, chi si è messo al lavoro dietro al bancone di un bar o di un alimentari, altri ancora hanno invece raggiunto case private per pulire e raccogliere così fondi che serviranno per importanti progetti di solidarietà. Siamo soddisfatti dell'ottimo risultato avuto». 

L'iniziativa, il cui nome completo è "Social Day, una mano tira l'altra" è stata promossa a pieni voti anche dalla dirigente scolastica Sabrina Scola. «Abbiamo aderito voloentieri a questa iniziativa, valida sia da un punto di vista formativo che educativo - sottolinea Scola - I ragazzi hanno risposto molto bene, dimostrando interesse e impegnandosi nei diversi lavori proposti. Un grazie va anche agli insegnanti per la collaborazione. La nostra scuola è felice di collaborare con il territorio. Tra l'latro alcuni di questi progetti di cooperazione sono stati approfonditi con lavori nelle classi, anche per questo c'è stata grande attenzione da parte dei partecipanti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sull'A9: morto Claudio Zara, Direttore Sanitario di Synlab San Nicolò Como e Lecco

  • Viale Adamello: investimento mortale, uccisa una persona di sessant'anni

  • Bimba nasce prematura in casa, intervento dei soccorsi a Vendrogno

  • Mapello: tragedia sui binari, uomo muore dopo esser stato investito dal treno

  • Scomparso 25enne residente nel Lecchese, attivate le ricerche

  • Statale 36: incidente in galleria, mezzi in rallentamento anche sulla Provinciale

Torna su
LeccoToday è in caricamento