Calcio Lecco, presentato Aiman Napoli: «Convinto a firmare anche dai tifosi»

Ex enfant-prodige dell'Inter Primavera con Mario Balotelli, arriva a Lecco dopo un lungo peregrinare e una gran dose di sfortuna

 

Sabato mattina, rifinitura pre-Ligorna con focus su Aiman Napoli, ultimo arrivato in casa Calcio Lecco 1912.

Il 29enne di scuola Inter arriva in bluceleste dopo sei mesi non completamente rose e fiori con il Delta Porto Tolle, che ha deluso le ambizioni di vittoria finale, posizionandosi al nono posto del Girone C di Serie D. Il fattore, questo, che ha spinto l’attaccante a cambiare aria, dopo un mese da separato in casa, per scegliere una nuova destinazione: il resto è storia nota, con la veloce trattativa tra lui e i blucelesti avviata dopo la sconfitta di Sestri Levante e conclusasi nella mattinata di venerdì, il tutto dopo lo svincolo di Tommaso Lella (trasferitosi alla Sanremese, diretta concorrente).

Calcio, Serie D: il Lecco sfida il Ligorna

Si apre, per Napoli, una pagina di carriera che lo vedrà subito protagonista: dopo 72 ore di adattamento starà a mister Marco Gaburro decidere se buttarlo o meno subito nella mischia nella gara contro il Ligorna (domenica ore 14.30, diretta radiofonica su www.leccochannelnews.it). Attaccante versatile, dovrebbe trovare posto al centro del tridente: «Posso giocare sia largo che tra gli esterni, dato che in passato ho rivestito anche il ruolo di esterno di centrocampo. Arrivo qui con grande rispetto e umiltà per ciò che è stato fatto, non certamente per rompere gli equilibri che si sono creati, anche perchè questa è una squadra che potrebbe fare benissimo anche in Lega Pro».

Leggi la scheda di Aiman Napoli

Potrebbe Interessarti

  • Maltempo. Esondazione del fiume Varrone, evacuazione a Dervio

  • Maltempo, martoriata la Valsassina: frana a Premana, piene e straripamenti dei torrenti

  • Spaccio di droga nei boschi di Nibionno: la Polizia sequestra la merce e apre le indagini

  • "Sono nato qui": la dichiarazione d'amore per Lecco di Arturo Fracassa è rock

Torna su
LeccoToday è in caricamento