Calcio Lecco, che "pettinata": il Monza cala il pokerissimo

Blucelesti vivi solo nel primo tempo, ma dopo il 2-0 si sciolgono come neve al sole

Capitan Riva chiede scusa ai tifosi della Curva Nord

Pettinati e senza scusanti. Non ne ammette, nè ne può ammettere uno 0-5 casalingo alla prima partita di campionato. Dissolto il buon precampionato, dissolto anche il credito acquisito dopo la vittoria in Coppa Italia contro l'Olginatese di una settimana fa. E non basta l'assenza di Cardinio a giustificare un tracollo del genere.
E dire che per un tempo i blucelesti di Cuoghi ci hanno messo grinta e voglia, sopperendo allo svantaggio minimo e alla differenza tecnica, che esisteva ed era comunque evidente, con il Monza, formazione che ambisce ai primi due posti della graduatoria. Non solo Riva, capitano pro-tempore e cervello in mediana, ma anche Rigamonti, Romano, Parravicini e gli altri giovani hanno dato una discreta dimostrazione sul campo del "Rigamonti-Ceppi", nonostante siano risultati ancora acerbi. Il raddoppio di Palazzo ha spalancato le porte agli ospiti, che nel giro di sette minuti hanno chiuso la pratica e hanno poi passeggiato sull'ormai cadavere Lecco. Difficile esprimere un giudizio definitivo sui giovani in campo, che fino al tracollo emotivo hanno messo in campo una prestazione positiva, ma poi sono crollati una volta che la partita è sfuggita di mano: la giovanissima età media si è vista e sentita, Riva e Cardinio, che sarà 'out' ancora per due domeniche, avranno comunque bisogno di altri profili al loro fianco per disputare una stagione senza l'acqua alla gola.

Bello rimane, invece, il clima di festa tra le due tifoserie, che ancora una volta hanno suggellato un gemellaggio sempre più forte.

LA PARTITA - Cuoghi rispetta i suoi dettami e manda in campo il Lecco con il 3-5-2, in cui è affidato a Parravicini il compito di aiutare Rigamonti. In panchina l'ultimo arrivato Orlando. 3-5-2 anche per il Monza di Zaffaroni, applaudito a lungo dai suoi tifosi.
Pronti-via è Guarinzoli approfitta di un pastrocchio in area per battere Sperduti da zero metri. Il Lecco non crolla, anzi, prende in mano il pallino del gioco grazie a Riva: ne esce una bella percussione di Parravicini che si conclude però con un tiro fiacco. Più pericolosi i tiri di Romano (23', alto non di molto) e i colpi di testa di Rigamonti (25' e 37') che però non 'bucano' Battaiola, che para quello che deve parare e manda i suoi sopra di un gol al riposo.

La ripresa è un disastro sin dal principio: è il minuto numero sette quando Palazzo aggancia una conclusione da fuori e la corregge in rete in solitudine. La situazione peggiora al 14': cross dalla destra e Mapelli affossa Ruffini in piena area: dal dischetto D'Errico spiazza Sperduti e fa tris. Il tracollo prosegue al 23': Guidetti calcia in porta dai 25 metri e trova il numero uno di casa impreparato sulla sua semi-palombella. Copione simile al 43', quando Origlio scappa sulla sinistra e trova un pallonetto molto fortunato che bacia il palo e s'insacca alle spalle dell'incolpevole, questa volta si, Sperduti.
Al triplice fischio prosegue la contestazione dei tifosi nei confronti di Meregalli, verso cui erano già stati rivolti dei cori subito dopo la quarta rete del Monza.

Domenica si tornerà allo "Speroni" di Busto Arsizio, contro quella Pro Patria dove ha appena trovato squadra Riccardo Barzaghi, bluceleste di recente data.

Calcio Lecco 0-5 Monza Calcio

Calcio Lecco (3-5-2): Sperduti; Mapelli, Garofoli, De Lucia; Disarò (dal 36’ p.t. Cioffi), Riva Ric., Karamoko (dal 15’ s.t. Raviotta), Romano, Di Giovanni; Rigamonti (dal 26’ s.t. Colombo), Parravicini. A disposizione: Salvatori, Orlando, Meyergue, Benedetti, Tomasoni. All. Stefano Cuoghi

Monza Calcio (3-5-2): Battaiola; Guanziroli, Riva Rug., Ruffini; Origlio, Gasparri, Palesi (dal 18’ s.t. Ferrario), Guidetti, Barzotti; Palazzo (dal 331’ s.t. Santonocito), D’Errico. In panchina: Confortini, Caverzasi, Adorni, Costa, Perini, Cazzaniga, Ramponi. All. Marco Zaffaroni.

Arbitro: Michele Giordano di Novara (Roberto Allocco di Bra e Daniele Alibrandi di Alessandria).

Marcatori: Guanziroli (M) al 6’ p.t.; Palazzo (M) al 7’ s.t.; D’Errico (M) rig. al 14’ s.t.; Guidetti (M) al 23’ s.t.; Origlio (M) al 43’ s.t.

Note: terreno in discrete condizioni; spettatori: 600 circa; ammoniti: Di Giovanni, Garofoli. Mapelli, Romano (L) e Guanziroli (M); angoli: 2-4; recuperi: 2’ nel 1° t. e 3’ nel 2° t.

Immagini in collaborazione con www.leccochannelnews.it

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

  • Come allontanare le formiche da casa: rimedi naturali

  • Caldo in auto: come difendersi

  • Dormire bene e svegliarsi di buon umore: ecco alcuni consigli

  • Piscine interrate: costi e tempi di realizzazione

I più letti della settimana

  • Vendeva vestiti contraffatti provenienti dalla Cina: sequestrate casa e auto a una lecchese

  • Super biscia "a spasso" in centro città entra in una scuola guida

  • Notte fra sabato e domenica, fioccano gli incidenti nel Lecchese

  • Esagera con l'alcool: giovane finisce ricoverato in ospedale

  • Molesta i turisti sul treno e fa a cazzotti con gli agenti: arrestato giovane

  • Beccato a spacciare vicino a un locale notturno: giovane punito con il primo daspo urbano della provincia

Torna su
LeccoToday è in caricamento