Corsa dell'Innominato, un'edizione da record. Radaelli e Bonanomi super

La gara di Vercurago segna il primato di partecipazione con 235 coppie alla partenza. Nel maschile straordinaria prestazione del duo dei Falchi in 39'08"

La formidabile coppia vincitrice dei Falchi

Alla vigilia della gara, in zona traguardo circolavano già alcuni nomi degli iscritti. Nomi "pesanti" nel panorama della corsa in montagna. Nell'aria, calda e afosa di questo fine settembre, c'era il sentore che qualcosa di straordinario, dal punto di vista tecnico, potesse accadere. E puntualmente è andata così.

Eros Radaelli e Paolo Bonanomi dei Falchi Lecco hanno demolito il record della Corsa a coppie dell'Innominato a Vercurago, tagliando il traguardo in 39'08" e abbassando il precedente primato del 2017 di ben 56". Sui dieci chilometri del percorso - che si snoda dall'oratorio San Giovanni fino al Castello, quindi passaggio in zona acquedotto, dalla scalinata di San Girolamo e poi in picchiata fino al traguardo - Radaelli e Bonanomi hanno sempre condotto, staccando di quasi due minuti Beltrami e Brambilla (40'59") e di quasi quattro Rigamonti e Andrea Rota (42'48").

Tutti i risultati

La categoria Mista ha visto prevalere Ticozzelli-Brambilla (48'58") su Rapezzi-Masciadri (49'19") e Brambilla-Fumagalli (51'20"). La classifica femminile è andata al duo Sirtori-Cazzaniga in 54'00", alle loro spalle Fazzini-Rizzi (58'13") e Gilardi-Gilardi (59'38"). L'Under 16 ha segnato la vittoria del duo Milesi-Milesi in 51'49", l'Under e Over 16 di Aldeghi-Aldeghi (58'48"). Premi anche fra i donatori Avis: Lizzoli-Lizzoli (43'46") hanno svettato su Ugolini-Simonetta (44'46") e Castelnovo-Piantanida (48'16").

L'edizione 2018 ha segnato il record in gara così come quello di iscritti: 235 coppie partenti, di cui 143 maschili, 77 miste, 15 femminili (cui si sono aggiunti 50 bambini). Grande successo di pubblico durante la corsa e al termine, per le premiazioni e la serata di festa con ristorante/bar e musica live.

Organizzazione impeccabile

Un plauso va, meritato, agli organizzatori della Corsa a coppie dell'Innominato, giunta alla quinta edizione e sempre più lanciata nel panorama delle gara in montagna di alto livello: Oratorio San Giovanni Bosco, Gev Lumaca, Avis Vercurago e da quest'anno Gli Amici di Chiara onlus.

Fondamentale il lavoro dei volontari, guidati in prima fila da Luca, Roberto e Domenico, dello staff sul percorso, con il supporto della Federazione cronometristi lecchesi e i Volontari del Soccorso di Calolziocorte.

Lo sport sostiene la ricerca con Gli Amici di Chiara

Di grande importanza la presenza de Gli Amici di Chiara con uno stand apposito per illustrare le proprie attività a sostegno del Comitato Maria Letizia Verga sulla ricerca per dare un speranza ai bambini colpiti da leucemia e linfoma. Prima della partenza, il dottor Gianni Cazzaniga - appassionato di corsa - ha illustrato al pubblico il progetto "Passaporto genetico" che potrebbe, attraverso una terapia personalizzata sul singolo paziente, dare una speranza in più a questi bambini.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Carnevalone 2019: Re Resegone è Mario Servillo, Regina Grigna Maria Giusto

  • Economia

    Prezzi al consumo a gennaio 2019: rincari per casa e strutture ricettive

  • Sport

    "Bione", partito il primo lotto dei lavori: mani sull'area esterna

  • Cronaca

    Colpito in testa da un grosso ramo: trauma cranico per anziano

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: investimento in stazione, un uomo perde la vita

  • Diversi incidenti nel pomeriggio: traffico in tilt a Lecco e dintorni

  • Forze dell'ordine all'inseguimento di un'auto in fuga lungo la Lecco-Bergamo

  • Donna di 44 anni precipita e muore durante un'escursione sul Legnone

  • Incidente sulla Lecco-Ballabio, coinvolti quattro ragazzi

  • "Linea Verde" fa capolino in città e sul lago: la puntata sulla Rai a marzo

Torna su
LeccoToday è in caricamento