"Giir di Mont": Premana è Campione del Mondo!

La strepitosa organizzazione dell'AS Premana ha reso il giusto merito a una competizione e a una specialità in continua crescita

Massimo Sanelli, presidente dell'As Premana, domenica sera probabilmente avrà faticato a dormire. La "sua" AS Premana l'ha fatta davvero grossa, mettendo cinquecento volontari (su 2300 abitanti, ndr) per le strade del 25esimo di Giir di Mont. Un'edizione mondiale che ha assegnato trentatrè medaglie in sette giorni, undici delle quali finite in mani nostrane. Trentaquattro, anzi, perchè l'Oro più splendente va al piccolo e forte comune valsassinese. Vedere un'atleta come Antonella Confortola, quasi 42enne, bronzo olimpico a Torino 2006, commossa per quelle che dovrebbero essere l'ultima gara e l'ultima medaglia di una lunga e onorata carriera, ha tolto definitivamente il velo: tutto il movimento della Corsa in Montagna ora crede fortemente di poter entrare nel programma a Cinque Cerchi. E, se questo accadrà, la sua bella fetta di merito ce l'avranno i premanesi, tutti i diecimila, almeno, che si sono recati a Chiarino, Larecc, Solino, Premaniga, Deleguaggio (e via dicendo) e gli atleti partecipanti, che hanno reso indimenticabile il 70esimo anniversario di fondazione dell'associazione gialloblù.

Ebbene, Premana ha dimostrato che non bisogna essere in milioni di persone per guadagnarsi la stima del Mondo intero, anzi: bastano voglia di fare, esperienza, organizzazione e il solito pizzico di follia. Pure la connessione internet, che in linea teorica avrebbe dovuto pagare la pioggia caduta copiosa nella seconda giornata di gare, ha retto quasi alla perfezione. Sui sentieri e all'arrivo si sono viste lacrime di gioia, di dolore, ma soprattutto si è vista tanta soddisfazione: di chi ha messo a disposizione tutto questo e di chi ne ha beneficiato. Anche i giornalisti della Rai, che da tre giorni trasmette la gara in differita sul canale 57 del Digitale Terrestre, è rimasta stupita da tanto calore ed entusiasmo, lo stesso che ha contagiato il team italiano, l'"adottato" Pascal Egli e anche gli atleti arrivati dal resto dell'Europa e dall'altra parte del Globo terrestre. Per sette giorni Premana è stata al centro e ha conquistato il Mondo. E per il 2019 si è in forte odore di replica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esselunga fa felici due lecchesi: due Mini in regalo, i numeri vincenti

  • La terra trema: in serata terremoto rilevato nel territorio di Ello

  • Individuato l'uomo che punta i pedoni con l'auto come in un "folle gioco"

  • Barzio: tragedia sullo Zucco Angelone, arrampicatore cade durante la scalata e perde la vita

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

  • Tragedia a Osnago: attraversa i binari e muore sotto il treno

Torna su
LeccoToday è in caricamento