Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità

I 10 castelli da scoprire in provincia di Lecco

Il territorio è ricco di fortezze e torri, resti di una presenza militare di secoli fa che oggi diventano patrimonio storico e attrazione turistica

Castelli, fortezze, torri fortificate e ancora resti di una presenza militare risalente a secoli fa. Il Medioevo a Lecco è ancora ben presente in moltissime costruzioni in grado, a oggi, di destare curiosità in turisti e visitatori. Ne abbiamo scelte dieci per consigliare ai nostri lettori una breve escursione in cui la bellezza del territorio si mescoli al fascino della storia. Ovviamente non si tratta di una classifica, perché le attrazioni di questo genere in provincia sono numerose.

Castello di Rossino

Castello Rossino (2)-2

Il Castello di Rossino a Calolzio è posto su un importante e storico percorso di collegamento. Con ogni probabilità era dotato di quattro o sei torri e di alte mura, di cui oggi rimane poco o nulla. Si può ammirare, però, una torre a cinque piani. La rocca è attribuita alla famiglia Benaglio. 

Forte Fuentes a Colico

Edificio militare spagnolo del 1600 situato sul Monteggiolo di Colico. La costruzione fu voluta nel 1600 da don Pedro Enríquez de Acevedo, conte di Fuentes, governatore dello Stato di Milano per conto della corona di Spagna. Nel 1916 le rovine del forte divennero la base su cui realizzare, nel quadro del sistema della Frontiera Nord, due appostamenti blindati per cannoni di medio calibro.

Torre di Fontanedo a Colico

A un'altitudine di 500 metri i resti di un complesso fortificato dominati da una torre. Si suppone che la costruzione sia datata 1357 per volere di Bernabò Visconti, ma secondo alcuni studiosi risalirebbe addirittura a due secoli prima. La torre fu implementata nel Seicento diventando parte integrante del sistema difensivo del Forte di Fuentes.

Castello Andreani a Corenno

Corenno Plinio - Il castello dall'alto - foto di Davide Vassena-2

Edificato nel X secolo nel borgo medievale ancora oggi esistente a Dervio, è divenuto ormai uno dei Luoghi del cuore riconosciuti dal Fai. Attorno al castello venne costruito il paese. Costituito dal solo recinto con due torri, è posto vicino alla chiesa parrocchiale di San Tommaso di Canterbury. Due le torri, "a vela" a sud-ovest e una rivolta a nord-est costruita in un momento successivo.

Le 10 meraviglie architettoniche del Lecchese

Torre Beretta a Costa Masnaga

A Costa Masnaga è forte la presenza di edifici risalenti a secoli fa. Fra questi si può ammirare la Torre Beretta, che in origine faceva parte di un castello (di Tregolo) eretto intorno al Mille e distrutto nel XIV secolo, dove oggi si trova Villa Beretta costruita all'inizio del Novecento.

Castello di Orezia a Dervio

Ben visibile su uno sperone di roccia che domina Dervio, si tratta di un mastio le cui origini risalgono sicuramente all'XI secolo. La denominazione, "castello di Orezia", è riscontrabile in documenti del 1200.

Torre del Barbarossa a Maggiana

Torre di Maggiana-2

A Mandello una delle meraviglie che vale la pena fermarsi a visitare è la Torre di Maggiana, conosciuta anche come "Torre del Barbarossa". Si tratta di una delle torri medievali meglio conservate nel territorio lecchese. La costruzione risale al XII secolo. La terrazza panoramica in cima fu aggiunta nel 1800 dall'allora proprietario Francesco Alippi. 

L'Imperatore germanico Federico I il Barbarossa trovò ristoro all’interno della Torre nel pieno della sua campagna militare contro Milano, grazie all’intercessione della famiglia nobiliare mandellese che in quel periodo occupava l'edificio. Una lapide rinvenuta il 5 maggio 1828 nel corso di alcuni lavori testimonia questo episodio.

Torre Viscontea a Lecco

Situata nelle piazze del centro e a pochi metri dalle rive del lago, è l’unica parte delle fortificazioni di origine viscontea sopravvissuta integra agli abbattimenti decretati alla fine del secolo XVIII e si trova in piazza XX Settembre, nel cuore della città.

Castello dell'Innominato

rocca dell'innominato somasca-2-2-2

Così denominato per via dell'omonimo personaggio de I promessi sposi del Manzoni, è un complesso fortificato risalente al XIV secolo situato al confine tra i comuni di Vercurago e Lecco sulla cima del Sacro Monte di Somasca a circa 185 metri sul livello del mare. Distrutto nel 1799, venne ricostruito dai padri somaschi. Domina dall'alto il Santuaro di San Girolamo.

Castello di Vezio

Sul Sentiero del Viandante, tappa obbligata a Vezio lungo il percorso tra Varenna e Perledo, per ammirare l'omonimo Castello. Raggiungibile dalla salita a gradoni con partenza dalla località Olivedo. L'origine dell'antica fortezza non è chiara, si trovano testimonianze della sua presenza già nel 1169. Da anni vi è attivo un centro di addestramento di falconeria, dove è possibile ammirare esibizioni. Se cercate un punto di osservazione del lago senza confronti, Vezio è il posto ideale. Aperto tutti i giorni, chiuso in caso di maltempo. Animali non ammessi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 10 castelli da scoprire in provincia di Lecco

LeccoToday è in caricamento