Sabato, 16 Ottobre 2021
Attualità

I 10 musei da visitare in provincia di Lecco

Il territorio lecchese offre ai visitatori un patrimonio culturale di primissimo livello, composto da ricchezze letterarie, artistiche, naturali e industriali

Non solo lago e montagna. Lecco e la sua provincia offrono ai visitatori un patrimonio culturale di primissimo livello, composto da ricchezze letterarie, artistiche, naturali e industriali. Andiamo alla scoperta di dieci sedi museali nel territorio assolutamente da non perdere.

Palazzo delle Paure

Palazzo delle Paure Lecco (4)-3

In origine conosciuto come il "Palazzo della Dogana", è un edificio del capoluogo adibito a museo ed eretto nella centralissima piazza XX Settembre, a pochi metri dal lungolago. La costruzione attuale è datata 1916, in stile eclettico neomedievale, e nel tempo ha ospitato gli uffici dell'intendenza di finanza, del catasto e della dogana. A questo si deve il suo appellativo di "Palazzo delle Paure". Dal 2012 è sede museale e fa parte del Sistema museale della città di Lecco. Ospita attualmente importanti mostre oltre a uno spazio espositivo permanente dedicato alla montagna.

Villa Manzoni

Villa Manzoni Lecco (4)-2-2

La Villa, in stile neoclassico, era la residenza paterna di Alessandro Manzoni, luogo simbolo del legame tra lo scrittore e Lecco. È oggi sede museale, parte del Simul. A livello architettonico, la villa è eretta - dal 1620 - in stile neoclassico. Nel 1940 fu dichiarata "monumento nazionale" da Re Vittorio Emanuele III. Il Civico museo manzoniano è, tra quelli letterari, uno dei più visitati a livello lombardo ed è situato al piano terra della villa: otto sale espongono la mobilia originale dell'epoca, stampe, autografi, oltre alle prime edizioni de "I Promessi Sposi". A Villa Manzoni hanno inoltre sede anche la Galleria Comunale d'Arte, la Sezione Separata d'Archivio, la Fototeca e la Biblioteca, una sala per esposizioni temporanee nelle antiche scuderie, oltre agli uffici della Direzione dei Musei Civici.

Torre Viscontea

Torre Viscontea Lecco

Unica parte delle fortificazioni di origine viscontea sopravvissuta in città alla fine del XVIII secolo. Oggi del castello rimane solo la torre trecentesca. Al pian terreno sono ancora visibili gli alloggi del corpo di guardia e alcune palle di cannone in pietra. Al primo piano trovano spazio mostre temporanee organizzate dai Musei civici e dall'assessorato alla Cultura del Comune di Lecco, al secondo e al terzo piano si trovano il Museo della Montagna e dell'alpinismo lecchese. È una delle quattro sedi del Simul.

Palazzo Belgiojoso

Palazzo Belgiojoso Lecco (12)

Il complesso architettonico che si affaccia sull'omonimo parco verde risale al XVIII secolo e si attribuisce alla famiglia bergamasca dei Locatelli. È sede dei Musei civici di Lecco dal 1927. Oggi ospita il Museo archeologico, il Museo storico e il Museo di storia naturale, con un percorso sensoriale riservato anche a non vedenti e ipovedenti. Anche Palazzo Belgiojoso fa parte del Simul. Di fronte ha sede il Planetario di Lecco.

Civico museo della seta Abegg Garlate

Abegg 2-2

A Garlate, situato in una filanda settecentesca in mezzo a un giardino di gelsi, espone macchinari utilizzati un tempo per la produzione di seta dal baco fino al tessuto. Fu realizzato e inaugurato a inizio anni Cinquanta del Novecento dagli industriali elvetici Abegg per tramandare gli strumenti costruiti nei secoli dell'industria serica. Nel 1976 fu donato al Comune di Garlate. Oggi annovera anche un settore in cui sono presentate le moderne applicazioni della seta in campo biomedico e percorsi didattici.

Civico Museo Setificio Monti ad Abbadia

Museo della Seta Abbadia Lariana (1)-2-2

Ad Abbadia Lariana, sulla Provinciale 72 e a fianco della scuola media, si trova il Civico Museo Setificio Monti, una fabbrica per torcere il filo di seta, conservata come era a metà ottocento e trasformata in museo. Conservata, restaurata e arricchita con materiali coevi di altri filatoi ora scomparsi, dal 1998 è diventata museo. L'attrazione è il torcitoio del 1818, restaurato e riportato nella sede originaria e ancora oggi funzionante. Il visitatore ha l'opportunità di scoprire percorsi didattici interrattivi.

Museo Moto Guzzi di Mandello

Museo Moto Guzzi-2

Situato all'interno della storica fabbrica Guzzi di Via Parodi a Mandello, espone pezzi unici come la prima motocicletta costruita da Carlo Guzzi nel 1919, unica siglata "GP" (Guzzi-Parodi), ma anche esemplari celebrati in tutto il mondo come la Otto cilindri 500 del 1957 e progettata dall'ingegner Giulio Carcano. In tutto oltre 80 veicoli raccontano l'evoluzione sociale ed economica del Paese nel Novecento. Presenti anche la "Norge", il "Galletto", la "V7 Sport". I pezzi forti del museo sono inoltre le moto sportive con cui l'Aquila ha conquistato vittorie e stabilito record nel mondo delle corse.

Villa Monastero a Varenna

villa monastero-2-8

Antica dimora di proprietà della Provincia di Lecco, domina il lago ed è fra le attrazioni più visitate del territorio. Il suo nucleo centrale è la Casa museo interamente accessibile al pubblico con 14 sale. Quattro secoli di cimeli lasciati dai suoi proprietari animano una villa tra le più belle e raffinate del Lario, circondata da un giardino botanico che si estende per quasi due chilometri e offre la possibilità di conoscere e scoprire specie arboree autoctone ed esotiche.

Ecomuseo Adda di Leonardo da Vinci

ponte san michele 2017

Ecomuseo che segue il corso dell'Adda da Imbersago fino a Cassano d'Adda, più a sud, su un percorso ciclopedonale superiore ai 20 chilometri. Si snoda fra quattro province: oltre a Lecco anche Bergamo, Monza Brianza e Milano. Valorizza il patrimonio naturalistico, ingegneristico, architettonico e storico del territorio, con un occhio di riguardo alle tracce del passaggio di Leonardo da Vinci e dei suo studi compiuti durante il periodo alle dipendenze di Ludovico il Moro. Sul percorso si trovano il Ponte San Michele, importanti siti di archeologia industriale e alcune fortificazioni militari.

Centro Parco e Museo Archeologico del Barro

museo archeologico Barro-2

Nel Parco regionale del Monte Barro, all'Eremo, si trova un centro che offre ai visitatori diverse sale espositive, tra diorami e reperti archeologici (con il più grande insediamento di epoca gota mai scoperto in Italia).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 10 musei da visitare in provincia di Lecco

LeccoToday è in caricamento