Abbadia, per docenti e alunni saluto di fine anno scolastico al campo

Significativa cerimonia nel rispetto delle regole sulla sicurezza. «La didattica a distanza è stata importante e impegnativa. Ora però speriamo di ritrovarci a settembre sui banchi di scuola». Presenti anche il sindaco Azzoni e la dirigente Zuccoli

Alcune immagini della "festa di saluto a distanza".

Dopo Mandello anche ad Abbadia si è tenuta una cerimonia a distanza per permettere ad alunni e docenti di salutarsi in occasione della fine dell'anno scolastico. Ad ospitare la significativa iniziativa è stato il campo da calcio in sintetico del paese. Una quarantina i ragazzi delle scuole elementari e medie coinvolti. Il sindaco Roberto Azzoni, rivolto ai ragazzi distanziati negli hula hopp, si è cosi espresso: «Avete vissuto in questi mesi una scuola speciale. La vostra vita è stata stravolta, senza vedere i compagni, sentendo i vostri insegnanti a distanza. Siete comunque stati bravi. Oggi siamo anche qui per capire come saranno i nuovi mesi con il nuovo modo di vivere, di socializzare».

Mandello, saluto a distanza in piazza per la fine dell'anno scolastico

Dalle parole del primo cittadino a quelle di Samuele Colombo, eletto sindaco per il consiglio comunale dei ragazzi. Una istituzione fortemente appoggiata e voluta dal gruppo dei genitori che si riconoscono nell'associazione “I fuoriclasse”. Il giovanissimo amministratore ha portato le proprie riflessioni a suggellare il saluto di fine scuola, alla presenza degli insegnanti e del direttore didattico Luisa Zuccoli. «La pandemia del Coronavirus ha cambiato i nostri stili di vita, le nostre abitudini, ma nonostante ciò noi non ci siamo mai arresi. La scuola, in particolare, ha continuato ad andare avanti utilizzando tutti gli strumenti a sua disposizione, impegnandosi e creando una nuova modalità con la quale insegnare e imparare virtualmente, la Didattica  a distanza».

A seguire i giovani consiglieri di Colombo. «La Dad è stata efficace e impegnativa - ha detto Tommaso - ma nonostante ciò abbiamo imparato molto e capito quanto la scuola durante i momenti difficili sia fondamentale, perché essa oltre che essere istituzione organizzata per l'educazione e l'istruzione, è anche un aiuto, un conforto e un sostegno per tutti noi alunni». Elisa ha quindi voluto «Ringraziare i professori che ci hanno accompagnato e aiutato durante la Didattica a Distanza, in quanto sono stati sempre presenti e disponibili per noi». E per finire con Andrea a promuovere un corale «Grazie di cuore» con l'auspicio di «Rivederci presto in classe tutti insieme, ovviamente con le dovute precauzioni, per ritrovarci e rivederci di persona e non più virtualmente».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

  • Manifesto accusa Fasoli: «Come Pinocchio». Il sindaco: «Alle urne abbiamo visto tutti come è andata»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento