rotate-mobile
Attualità Alto e Basso Lago

"Chi abbandona rifiuti commette un reato, ma il sindaco non scada nella volgarità"

Mandello, Casa Comune commenta il post pubblicato sui social dal primo cittadino Riccardo Fasoli: "Si cerchi il colpevole senza assuefarsi alla discarica delle parole"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

L'abbandono di rifiuti non è solo un reato. Provoca indignazione e rabbia, questo è comprensibile.

Ma non giustifica che un sindaco pubblichi un messaggio su Facebook in cui stigmatizza il fatto dell'abbandono, con espressioni volgari e triviali che producono frasi e/o insulti ancor peggiori in chi commenta il post.

Si adoperi per rintracciare il colpevole, per comminare la giusta e severa sanzione e invii pure un messaggio di richiamo alla tutela della natura e dell'ambiente.

Ma con decoro istituzionale, con rispetto per il ruolo che ricopre evitando di favorire reazioni scomposte che si generano per il semplice assioma per cui… "se il sindaco si permette di parlare così allora posso farlo anche io" (rincarando ovviamente la dose).

Proviamo sicuramente ribrezzo per la discarica dei rifiuti, ma non vorremmo assuefarci alla "discarica delle parole".

Il Gruppo politico e consiliare di Casa Comune

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chi abbandona rifiuti commette un reato, ma il sindaco non scada nella volgarità"

LeccoToday è in caricamento