rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Maxi utile / Caleotto / Via Giovanni Amendola

Acinque, utile milionario: 17 milioni alle aziende

Nominato il nuovo presidente: è Matteo Barbera

Nuovo CdA e utile maxi per Acinque. L'azienda partecipata ha riconosciuto 0,085 euro lordi per azione, modificato lo statuto, nominato il nuovo consiglio di amministrazione, eletto presidente e vice. Nello specifico, la multiutility A2A incassa poco meno di 7 milioni di euro e la lecchese Lario Reti Holding supera quota 4 milioni di euro. Al vertice è stato messo Matteo Barbera, nuovo presidente, con Annamaria Di Ruscio e Marco Canzi, presidente uscente, che svolgeranno le funzioni di vice.

% totali Dividendi €

A2A

41,34%

6.934.501

LRH

23,93%

4.014.262

Como

9,61%

1.612.620

Monza

10,53%

1.766.466

Sondrio

3,30%

553.124

Varese

1,29%

215.827

Patiscenti

90,00%

15.096.800

Mercato

10,00%

1.677.422

Totale

100,00%

16.774.222

Il nuovo statuto di Acinque

L’Assemblea ha approvato la modifica degli articoli 15 e 24 dello statuto sociale che consentiranno, in sede di nomina dell’organo amministrativo, anche la presentazione di liste contenenti un numero di candidati inferiore a quello massimo dei componenti da eleggere. Inoltre, in caso di cessazione dalla carica dell’amministratore tratto dalla lista di minoranza, la cooptazione del sostituto avverrà scegliendo tra gli altri candidati non eletti presenti nella medesima lista di minoranza.

L’Assemblea ha inoltre approvato la modifica dell’art. 24 al pari di quanto sopra previsto per l’organo amministrativo e per le medesime ragioni ivi richiamate, che consentirà la presentazione di liste contenenti un numero di candidati inferiore a quello massimo da eleggere.

Acinque: 17 milioni di utile nel bilancio 2023

L’Assemblea ha approvato all’unanimità il bilancio di Acinque S.p.A. per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2023 e, contestualmente, ha esaminato il bilancio consolidato del Gruppo e la Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario ai sensi del decreto del 2016.

Il bilancio consolidato 2023 evidenzia un Margine Operativo Lordo pari a 92,0 milioni di Euro, in crescita rispetto all’esercizio precedente escludendo la posta non ricorrente del 2022 riferita alle c.d. “Partite Pregresse” su tariffe idriche riferibili a precedenti esercizi per circa 15,3 milioni di Euro. Al netto di tale partita, il MOL riferito al 2022 ammonta, infatti, a 83,5 milioni di Euro, mentre 98,8 milioni di Euro è il valore pubblicato 2022, inclusivo di tale partita. Il Margine Operativo Netto, per la medesima ragione risulta in riduzione rispetto al 2022 e si attesta a 28,0 milioni di Euro (37,3 milioni di Euro del 2022). Il Risultato Netto del Gruppo del 2023, al netto della quota di utile degli azionisti di minoranza, risulta positivo e pari a 10,7 milioni di Euro, in sensibile flessione rispetto al 2022 (30,8 milioni di Euro) per quanto già sopra evidenziato.

Nel 2023 il Gruppo ha proseguito con il piano degli investimenti finalizzati a garantire valore e continuità nel lungo termine per tutti i territori nei quali il Gruppo opera anche attraverso l’impiego di soluzioni innovative e la digitalizzazione dei processi. Gli investimenti del Gruppo del 2023, al lordo delle dismissioni, sono pari a 65,3 milioni di Euro (69,4 milioni di Euro nel 2022).

Al 31 dicembre 2023 l’indebitamento finanziario netto risulta pari a 257,9 milioni di Euro in incremento rispetto al 31 dicembre 2022 (241,5 milioni di Euro), correlato all’incremento del capitale immobilizzato e all’aumento del capitale circolante che si è verificato, in particolare, nel corso del primo semestre 2023. Il rapporto tra indebitamento finanziario netto ed Ebitda, al 31 dicembre 2023 risulta pari a 2,8 (2,4 al 31 dicembre 2022). Leverage pari a 0,49 (al 31 dicembre 2022 0,46).

I principali risultati 2023 della Capogruppo Acinque S.p.A. sono:

  • MOL in linea con esercizio 2022 (negativo e pari a 4,6 milioni di Euro nel 2023, negativo e pari a 4,7 milioni di Euro nel 2022);

  • MON in lieve flessione rispetto al 2022 (negativo e pari a 11,9 milioni di Euro nel 2023, negativo e pari a 10,8 milioni di Euro nel 2022), principalmente per maggiori accantonamenti;

  • Risultato Netto positivo e pari a 18,6 milioni di Euro nel 2023 (18,1 milioni di Euro nel 2022 con positivo contributo, a livello di imposte, degli esiti del consolidato fiscale).

    Al 31 dicembre 2023 l’indebitamento finanziario netto della capogruppo risulta essere di 58,6 milioni di Euro (61,1 milioni di Euro nel 2022).

I dividendi

L’Assemblea dei Soci ha approvato all’unanimità la proposta del Consiglio di Amministrazione di distribuire di un dividendo unitario lordo pari a Euro 0,085 per azione che verrà messo in pagamento il 10 luglio 2024 (data stacco cedola, n. 24, 8 luglio, record date 9 luglio), secondo calendario di borsa.

Matteo Barbera nuovo presidente di Acinque

L’Assemblea degli Azionisti ha provveduto a nominare il nuovo Consiglio di Amministrazione della Società composto da 13 membri.

Ai sensi di quanto previsto dallo Statuto Sociale, sono stati nominati i primi dodici candidati della lista n. 1 e il primo candidato della lista n. 2, e precisamente:

  • Matteo Barbera, Marco Canzi, Annamaria Di Ruscio, Stefano Cetti, Annamaria Arcudi, Maria Ester Benigni, Laura Botticini, Giulia Consonni, Elio Della Patrona, Edoardo Iacopozzi, Paola Musile Tanzi, Elisabetta Piantoni – tratti dalla lista n. 1, presentata congiuntamente dai soci A2A S.p.A, Lario Reti Holding S.p.A., Comune di Monza, Comune di Como, Comune di Sondrio, titolari di n. 175.070.270 azioni rappresentanti il 88,71% del capitale sociale (la quale ha ottenuto 94,736837% dei voti in assemblea);

  • Giuseppe Basso - tratto dalla lista n. 2, presentata dal socio Ascopiave S.p.A., titolare di n. 9.867.189 azioni rappresentanti il 5,0000047% del capitale sociale (la quale ha ottenuto 5,263163% dei voti in assemblea).

marco canzi stefano cetti

In sede di presentazione delle candidature hanno dichiarato il possesso del requisito di indipendenza ai sensi dal combinato disposto degli artt. 147 ter, comma 4 e 148 comma 3 del D.Lgs. n. 58/98, nonché dei criteri qualitativi e quantitativi per la definizione della significatività e della definizione di stretti familiari ai fini della valutazione d’indipendenza ai sensi del nuovo Codice di Corporate Governance cui la Società aderisce: Matteo Barbera, Marco Canzi, Annamaria Di Ruscio, Giulia Consonni, Elio Della Patrona, Paola Musile Tanzi, Giuseppe Basso.

L’Assemblea dei Soci ha inoltre provveduto a nominare Matteo Barbera in funzione di Presidente e Annamaria Di Ruscio e Marco Canzi in funzione di Vice Presidenti.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione rimarrà in carica sino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2026.

L’assemblea ha deliberato di autorizzare, senza limiti temporali, le operazioni di disposizione di azioni ordinarie proprie per le finalità già indicate nella Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione, fermo restando che le operazioni di disposizione delle azioni proprie in portafoglio verranno in ogni caso effettuate nel rispetto della normativa legislativa e regolamentare pro tempore vigente.

L’Assemblea ha inoltre deliberato di approvare la Politica in materia di Remunerazione riferita all’esercizio 2024 contenuta nella Sezione I della Relazione e le relative procedure di adozione e attuazione e ha espresso parere favorevole sui “Compensi corrisposti nell’esercizio 2023” indicati nella Sezione II della suddetta Relazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acinque, utile milionario: 17 milioni alle aziende

LeccoToday è in caricamento