Addio a Mario Ballabio, anima della Cooperativa Artigiana di Garanzia

Un altro doloroso lutto per Confartigianato. Originario di Lecco e residente in Valsassina, Ballabio era stato a lungo un protagonista attivo nell'Associazione

Mario Ballabio, classe 1953, si è spento nella notte tra sabato e domenica.

Un altro grave lutto per Confartigianato Imprese Lecco. Nella notte tra sabato e domenica si è spento Mario Ballabio, classe 1953, anima della Cooperativa Artigiana di Garanzia, organismo fondato dagli artigiani nel 1962 basato sui principi della mutualità, che si proponeva di “promuovere il miglioramento e l’ammodernamento delle produzioni artigiane, fornendo garanzie per agevolare la concessione ai propri soci di crediti bancari destinati all’esercizio delle imprese”.

«Uomo di grande professionalità, ricoprì un ruolo importante e delicato: fare da tramite tra le imprese artigiane e le banche del territorio»

«Porto nel cuore bellissimi ricordi con Mario - commenta il presidente di Confartigianato Imprese Lecco, Daniele Riva - avendo ricoperto nel tempo diversi incarichi proprio all’interno della Cooperativa. Mario è sempre stato un protagonista attivo della vita della nostra Associazione, ricoprendo un ruolo molto importante e delicato, quello di fare da tramite tra le imprese artigiane e le banche del territorio. Anche grazie al suo impegno e alla sua professionalità, gli artigiani di allora si fecero protagonisti del rapporto non sempre facile con gli istituti di credito. Per mezzo secolo decine di artigiani si sono succeduti alla guida della Cooperativa Artigiana di Garanzia con impegno e con discrezione, consapevoli di svolgere un’azione fondamentale per le nostre imprese. Accanto a loro, l’insostituibile Mario Ballabio, a cui va il pensiero del Comitato di Presidenza e della famiglia di Confartigianato».

Mario Ballabio era originario di Lecco, ma da tempo si era trasferito a Ballabio dove ha messo il suo entusiasmo a disposizione della comunità. La sua passione per i numeri l’aveva portato a diventare revisore dei conti della Pro Loco di Ballabio. Appassionato di musica, nel 2002 aveva fondato anche un gruppo di ottoni, organizzando numerosi concerti sul territorio. Nel 2015 il meritato pensionamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«A nome di tutta la nostra Associazione esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia di Mario Ballabio» - conclude il presidente Riva. Nei giorni scorsi si era purtroppo spento anche Nino Lozza, 94 anni, pasticciere e anima del Cai Grigne. Fu anche consigliere comunale a Mandello e ricoprì diverse cariche in Confartigianato Lecco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Comunali di Lecco: si va al ballottaggio, a inizio ottobre il nuovo sindaco della città

  • Elezioni, Amministrative di Lecco: iniziato lo spoglio. Exit poll: Ciresa tra il 49 e il 53%

  • Omicidio di Olginate: dopo otto giorni, Stefano Valsecchi si è costituito

  • Entrano in una scuola, interrompono la lezione e sbeffeggiano l'insegnante: denunciati due diciottenni

  • Elezioni Comunali di Mandello: Riccardo Fasoli si conferma sindaco

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento