menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In 10 anni 352 coppie si sono rivolte al Centro Adozioni di Asst Lecco

I dati e il servizio offerto dal consultorio di via Tubi. «Per aiutare il processo adottivo, spesso non privo di momenti delicati, proponiamo alle famiglie attività di sostegno sia individuali sia di gruppo»

Negli ultimi dieci anni gli operatori dal Centro per le adozioni dell'Asst Lecco hanno valutato 352 coppie, sostenendo l’adozione di 197 minori. Lo rende noto la stessa Azienda ospedaliera illustrando le attività dell'apposito servizio che segue le coppie intenzionate ad avviare un percorso adottivo.

«Adottare significa scegliere di essere padri e madri di un figlio che non è nato in famiglia, portatore di una propria storia, che chiede di essere pienamente riconosciuto e accompagnato nella vita come figlio da adulti che siano capaci di uno sguardo fiducioso sulle sue possibilità di realizzarsi umanamente - ricordano gli operatori di Asst Lecco - Il Centro per le Adozioni del Servizio Consultori Familiari accompagna le coppie in un percorso di approfondimento e riflessione sui temi che riguardano questa scelta. Il servizio, che ha competenza provinciale, è costituito da operatori individuati e dedicati, psicologi e assistenti sociali che lavorando in équipe si occupano in maniera qualificata e specialistica di tutta la tematica adottiva».

Le prestazioni gratuite presso il presidio di via Tubi

Le attività riguardano prestazioni gratuite e vengono svolte in un’unica sede centralizzata, presso il presidio di Lecco in via Tubi. «Per aiutare il processo adottivo, spesso non privo di momenti delicati e difficili, il nostro servizio offre alle famiglie accoglienti attività di sostegno sia individuali sia di gruppo - dichiara Enrico Frisone, direttore socio sanitario dell’Asst di Lecco - È ormai noto come sia importante confrontarsi sui sentimenti e le emozioni che accompagnano questa straordinaria ma altresì complessa esperienza, evitando di sperimentare la sensazione di solitudine e disorientamento». Interessanti anche i dati. «Negli ultimi dieci anni - afferma Roberto Bellù, direttore del Dipartimento Materno Infantile dell’Asst lecchese -le coppie valutate dai nostri operatori sono state 352, sostenendo l’adozione di 197 minori, di cui 127 in adozione internazionale e 70 in adozione nazionale».

Arance dalla salute Airc: tris di iniziative in ospedale, municipio e casa di riposo

Come è organizzato il servizio? «Gli operatori dedicati a questo importante e delicato percorso - spiega Ivana Bassani, responsabile del Servizio Consultori Familiari afferente al Dipartimento Materno Infantile - effettuano, su richiesta dal Tribunale per i Minorenni, l’indagine psicologica e sociale delle coppie che hanno dato disponibilità all’adozione nazionale o internazionale. Successivamente alla domanda di adozione la coppia è chiamata a farsi conoscere dagli operatori al fine di fornire informazioni utili a definire la motivazione all’adozione, descrivere le caratteristiche dei singoli e della coppia, comprendere il tessuto relazionale, amicale e sociale della coppia, sondare le risorse presenti utili a realizzare il cammino di genitorialità adottiva. Al termine del percorso - continua Bassani - viene stilata una relazione: tale percorso non è finalizzato solo a fornire un orientamento ai Giudici del Tribunale per i Minorenni, ma anche a rendere la coppia più consapevole delle competenze necessarie alla realizzazione di una favorevole esperienza adottiva, tutelando così gli aspiranti genitori adottivi ed il minore».

Gli "Ambasciatori di pace" omaggiano i nuovi nati all'ospedale di Lecco

Proficua la collaborazione anche con il mondo del terzo settore: l’associazione “Raccontiamo l’adozione”, è un punto di riferimento importante per le famiglie adottive, partecipa attivamente con specialisti del servizio offrendo sostegno ed aiuto nell’organizzazione di iniziative a sostengo delle famiglie nel tempo.

Il rapporto proficuo con l'associazione "Raccontiamo l'adozione"

Il rapporto, ormai consolidato, ha permesso negli ultimi due anni la realizzazione di alcuni incontri di confronto, gruppi per genitori adottivi nel post-adozione e partecipazione a serate formative rivolte alle coppie in preparazione all’esperienza. Un’altra attività importante promossa dal Centro Adozioni dell’Azienda lecchese è la consulenza offerta ai Servizi, alle Scuole ed alle Istituzioni che a vario titolo sono coinvolte nell’esperienza dell’adozione.

Il servizio e i contatti

Per avere informazioni sull’adozione nazionale ed internazionale, in particolare per conoscere il percorso adottivo e le norme che lo regolano, é possibile contattare telefonicamente gli operatori e fissare un colloquio di accoglienza di coppia. Il Centro per le Adozioni ha sede a Lecco presso il Servizio Consultori Familiari, in via Tubi 43. Per informazioni o appuntamenti è possibile recarsi di persona presso il Centro, da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle 16.00, o telefonare al numero 0341 253859 - 856; oppure inviare una mail a: adozioni@asst-lecco.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento