menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conclusa all'Airoldi e Muzzi la prima fase della campagna vaccinale: «Copertura elevata con l’85% dei dipendenti e il 90% degli ospiti» 

La Rsa: «Questa ampia copertura dovrebbe permettere di bloccare la diffusione del covid che di recente si è nuovamente manifestato con 38 ospiti e 12 operatori positivi»

Si è conclusa venerdì 15 gennaio la prima fase della campagna vaccinale presso gli Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi Onlus, iniziata il 7 gennaio e realizzata in collaborazione con l’Asst di Lecco che ha fornito quotidianamente le dosi di vaccino Pfizer. L'iniziativa ha visto impegnati i medici della struttura e il personale infermieristico, coordinati dal Direttore sanitario Andrea Millul.

Avviata la campagna di vaccinazione agli Istituti riuniti Airoldi e Muzzi

«Sono 312 i dipendenti e collaboratori a cui è stato somministrata la prima dose del vaccino, con una copertura pari all’85%, e 282 gli ospiti, con una copertura del 90% - fa sapere la Rsa lecchese - L’obiettivo del conseguimento di una così ampia copertura vaccinale dovrebbe permettere di bloccare la diffusione del virus che in questi giorni, purtroppo, si è nuovamente manifestato in una delle Residenze, facendo registrare ad oggi 38 ospiti e 12 operatori positivi al Covid-19».

Per evitare la diffusione del contagio, vengono mantenuti attivi tutti i protocolli e le procedure di sicurezza e l’utilizzo dei Dpi da parte di tutto il personale. Prosegue inoltre l’attività costante di monitoraggio degli ospiti e degli operatori attraverso l’utilizzo dei tamponi rapidi per la ricerca dell’antigene Sars-CoV-2, permettendo così di accelerare l’acquisizione di eventuali positività e il conseguente isolamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento