rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità

Aiuti all'Ucraina, "Ancora una volta grande generosità da parte dei lecchesi"

Il sindaco Gattinoni fa il punto sulla mobilitazione: "Già partiti 2 tir con medicine, cibo e vestiti. Grazie anche a chi accoglie". Quasi 100.000 gli Euro donati sui fondi a disposizione. I dati e i riferimenti

"Ancora una volta di fronte a un’emergenza gigantesca, come la guerra in Ucraina, il nostro territorio sta dimostrando grande generosità, sia per la raccolta materiali, sia per l’accoglienza". Lo ha detto il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni, in una lettera rivolta ai cittadini nella quale fa il punto sulla mobilitazione a favore della popolazione Ucraina martoriata dalla guerra, che si sta concretizzando anche in città.

"La raccolta organizzata in collaborazione con la Chiesa ortodossa ha visto l’adesione di tante associazioni e comuni di tutta la provincia: a oggi sono stati inviati 66 i bancali riempiti di medicinali, cibo, vestiti e coperte; 2 i tir già partiti, uno mercoledì e uno venerdì, destinazione Romania. Da lì il materiale viene smistato su dei van alla volta dell’Ucraina - ha aggiunto Gattinoni - Un sentito ringraziamento va a quanti sono coinvolti nella raccolta, nello stoccaggio e nel trasporto, considerando anche quanto costa oggi il gasolio! Nel contempo anche la raccolta fondi dedicata al primo sostegno ha già superato i 12.000 euro sul conto 'Emergenza Ucraina' presso la Fondazione Comunitaria del Lecchese".

"Tante le disponibilità da parte delle famiglie lecchesi per ospitare chi fugge dalla guerra"

"Anche sul lato dell’accoglienza sono tante le disponibilità messe in campo dalle famiglie lecchesi per ospitare le persone in fuga dal conflitto - ha dichiarato inoltre il sindaco - Ad oggi sono arrivati nella nostra provincia un centinaio di cittadini ucraini mentre la raccolta fondi 'Lecco ospita l’Ucraina' supera gli 87.000 euro, sempre sul conto della Fondazione. Un grazie sincero a quanti hanno donato e a chi ha già messo a disposizione appartamenti, case, strutture ricettive. Tutti i dettagli per aderire alle iniziative di solidarietà e tutte le indicazioni per i cittadini ucraini in arrivo sul nostro territorio sono presenti e aggiornati in tempo reale sul sito del Comune di Lecco, anche in lingua inglese e ucraina".

"Lecco ospita l’Ucraina": i riferimenti per bonifici e donazioni

Ricordiamo, in merito, che le donazioni si possono effettuare tramite bonifico bancario intestato alla Fondazione:

  • Intesa Sanpaolo
    IBAN: IT28 2030 6909 60610000 0003 286
  • Banca della Valsassina
    IBAN: IT87 8085 1522 9000 0000 0501306
  • Causale: Lecco ospita l'Ucraina

Lecco vuole "organizzare la spontaneità": aiuti ai rifugiati, ecco il piano

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aiuti all'Ucraina, "Ancora una volta grande generosità da parte dei lecchesi"

LeccoToday è in caricamento