L'urlo di Lambrenedetto ad Annone: «Il ponte caduto anni fa non è ancora terminato, pazzesco!»

Il noto youtuber ha girato un video sul nuovo cavalcavia: «A tre anni dal crollo e sei mesi dopo l'inaugurazione è ancora chiuso il passaggio per pedoni e bici»

Lorenzo Lambrughi davanti al cavalcavia transennato. Il video è stato postato il giorno di Natale.

L'urlo natalizio di Lambrenedetto XVI contro i ritardi del ponte di Annone. Nella giornata di ieri, 25 dicembre, il noto youtuber olginatese Lorenzo Lambrughi - che da diversi anni "denuncia" pubblicamente con video e immagini paradossi e ritardi del "Belpaese", tra cui strade pericolose e opere incompiute -  ha postato su FB una clip girata sul nuovo cavalcavia inaugurato lo scorso 1° luglio, dopo il crollo del 28 ottobre 2016 che costò la vita una persona. La critica riguarda il fatto che, a sei mesi dall'inaugurazione, è ancora transennato il passaggio pedonale.

Clicca qui per vedere il video postato sulla pagine FB di Lambrenedetto XVI

«Qui siamo in Lombardia e troviamo il top dei top assoluto italiano - esordisce ironizzando Lambrenedetto - Dopo un anno e mezzo di attesa e uno di lavori con inaugurazione in pompa magna di un cavalcavia di 20 metri, sono passati oltre tre anni dal crollo: ebbene, nonostante tutto questo tempo hanno riaperto il cavalcavia, ma solo per le auto. Per quanto riguarda pedoni e biciclette il passaggio è ancora chiuso. Hanno messo una rete e come potete vedere non è ancora terminato. Un pedone arriva qui, trova una grata e non può andare dall'altra parte. Per ne tutto questo è allucinante».

Nuovo ponte di Annone, effettuate le prove di carico, lunedì 1° luglio 2019 l'inaugurazione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Regione Lombardia, Fontana conferma: «Da domenica saremo in "zona arancione". No al "liberi tutti"»

Torna su
LeccoToday è in caricamento