rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Attualità Mandello del Lario / Piazza Leonardo Da Vinci, 6

Pericolo valanghe, appello del sindaco: «Non salite in quota»

Persiste l'allerta indotta dalle persistenti precipitazioni nevose. Il primo cittadino di Mandello Riccardo Fasoli: «Sentieri fino a 1.400 metri a rischio, evitate di salire oltre»

Allerta per rischio valanghe, l'appello del sindaco ai cittadini: «Evitate di salire a certe quote, è troppo pericoloso».

Riccardo Fasoli, primo cittadino di Mandello, nelle scorse ore ha diffuso un comunicato stampa e tramite i propri canali social, sollevando il problema di un'allerta che prosegue da giorni (e che oggi è di colore giallo, criticità ordinaria).

Ancora nuvole, pioggia e neve in quota fino al prossimo fine settimana

«Le abbondanti nevicate degli utlimi giorni hanno portato fino a 1,5-2 metri di neve sopra i 2.000 metri nel gruppo delle Grigne - scrive Fasoli - La particolare situazione di forti precipitazioni nevose sopra a un terreno non gelido, genera una situazione di grande criticità legata a possibili valanghe che, staccandosi ad altezze elevate, possono coinvolgere senteri ben più bassi, fino ai 1.500-1.400 metri».

Da qui l'appello di Fasoli. «Si invita la cittadinanza a non salire oltre queste quote in questi giorni e a prestare molta attenzione percorrendo ogni sentiero».

Grado di pericolo: 4 forte

Le deboli precipitazioni nevose in atto comportano un ulteriore sovraccarico del manto nevoso che, soprattutto oltre il limite del bosco, presenta condizioni di precaria stabilità. Alle quote più elevate il distacco di lastroni di grandi dimensioni è diffuso, nei siti noti si possono attendere spesso valanghe anche molto grandi. A quote inferiori sono altresì probabili frequenti scaricamenti e valanghe di piccole e medie dimensioni. Il distacco di lastroni è in generale diffuso e molto probabile con un debole sovraccarico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pericolo valanghe, appello del sindaco: «Non salite in quota»

LeccoToday è in caricamento