menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia

Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia

Caos Aria Spa: il portale delle Poste entra in servizio ad aprile in Lombardia

Accelerati i contatti tecnici nelle ultime ore: Aria è costato 22 milioni di euro

Regione Lombardia vuole accelerare e sostituire al più presto il sistema di prenotazione per le vaccinazioni anti Covid creato da Aria, il cui Cda è stato azzerato nelle scorse ore. Poste Italiane potrebbe entrare in gioco prima rispetto a quanto annunciato: s'ipotizza, infatti, di avere tutto pronto almeno per inizio aprile. Proprio in queste ore, a quanto riferisce la "Dire", la Regione sta dialogando con I tecnici di Poste per velocizzare le procedure.

L'accelerazione dipende dagli ultimi disservizi di Aria, che sta avendo alcuni problemi nell'invio degli sms con cui vengono convocate le persone per la somministrazione del vaccino. È successo, in particolare, a Como, Monza, Lecco e Cremona. Non è la prima volta: dall'inizio della campagna vaccinale la centrale per gli acquisti della Regione ha registrato diversi malfunzionamenti; il mancato aggiornamento dei codici di avviamento postale, ad esempio, ha costretto molti anziani a raggiungere centri vaccinali lontani chilometri dalla propria abitazione.

Proprio per questi motivi, la Regione ha deciso di affidarsi al sistema di Poste Italiane. Un sistema gratuito che permetterà agli utenti di decidere sede e data per le inoculazioni. 

Disastro vaccini in Lombardia: che cos'è Aria, la società finita nell'occhio del ciclone. Fontana: «Chiesto passo indietro al Cda»

Il portale usato in altre cinque regioni. Aria costato 22 milioni

Il portale di Poste è già utilizzato in cinque regioni italiane (Sicilia, Calabria, Molise, Abruzzo e Basilicata). La Lombardia dovrebbe, quindi, essere la sesta. Come avverrà il passaggio da un sistema all'altro non è ancora chiaro, probabilmente il portale di Aria verrà dismesso del tutto e sarà utilizzato solo quello di Poste.

Di certo per la giunta del governatore Attilio Fontana non sarà un cambiamento facile da affrontare e sostenere, visto che Regione Lombardia ha investito 22 milioni di euro per il servizio creato da Aria; le opposizioni, nel frattempo, hanno chiesto al governo d'intervenire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento