rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Attualità

Rincari e bollette insostenibili: "Ancora una volta dimenticato il mondo del volontariato"

Dopo la Rsa di Calolzio, la dura presa di posizione di Auser Lecco che chiede alla politica aiuti concreti

Dopo l'appello della Rsa di Calolzio alla politica per aiuti concreti al terzo settore contro l'allarmante caro bollette, ecco ora la presa di posizione di Auser Lecco: "Il mondo del volontariato ancora una volta è stato dimenticato". Nella lettera aperta firmata dal presidente Claudio Dossi, l'associazione di volontariato chiede aiuti concreti per un settore sempre più prezioso anche nel nostro territorio.

"Anche il volontariato deve purtroppo affrontare aumenti esorbitanti"

"Il Decreto Aiuti Bis recentemente approvato dal Governo ha completamente dimenticato il mondo del volontariato - attacca Claudio Dossi - Il provvedimento contiene una serie di norme per sostenere economicamente famiglie e imprese, misure molto attese per far fronte ai fortissimi rincari energetici. A livello nazionale abbiamo chiesto dei correttivi affinché il terzo settore rientrasse tra i destinatari delle risorse per far fronte allo smisurato aumento delle bollette che anche il mondo del volontariato purtroppo deve affrontare. Questi emendamenti erano stati affidati alle forze politiche perché se ne facessero promotori in sede di votazione, ma non sono passati".

"Il terzo settore garantisce servizi indispensabili per i più fragili"

"Le ragioni sono chiare - aggiunge il presidente di Auser provinciale Lecco - il no profit e le associazioni di volontariato come Auser gestiscono servizi indispensabili per gli anziani e le fasce più fragili della popolazione. Ricordiamo i trasporti sociali, i servizi per la cura e il sostegno della popolazione anziana fragile, consegna pasti, farmaci, spesa, solo per citarne alcuni. È del tutto evidente che i rincari energetici pesino molto su tutte queste attività mettendo a rischio la sostenibilità delle stesse. In alcuni casi, ad esempio le Rsa e i servizi di residenzialità, l’aumento dei costi si scaricherà inevitabilmente sulle famiglie".

Nel Lecchese l'impegno dei volontari Auser vale oltre 1 milione di Euro

"È molto sconfortante - conclude Dossi - registrare come l’impegno del terzo settore, del volontariato strutturato e la partecipazione attiva dei cittadini che svolgono attività di prossimità verso gli altri, sia apprezzata dalla politica solo a parole, e non nei fatti. Il mondo del volontariato della sussidiarietà ha bisogno invece di azioni concrete. Per questo chiediamo a tutte le forze politiche che si stanno misurando nella campagna elettorale di riparare subito a questa grave mancanza, anche a tutela della loro stessa credibilità, alla vigilia di importanti elezioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rincari e bollette insostenibili: "Ancora una volta dimenticato il mondo del volontariato"

LeccoToday è in caricamento