rotate-mobile
Occhio al caso / Santo Stefano / Strada Statale 36 del Lago di Como e dello Spluga

Sulla Statale 36 c'è un autovelox illegale? Occhio al maxi risarcimento

A Verceia, comune alle porte del Lecchese, è stata richiesta la rimozione di un dispositivo: il tribunale ha già annullato un verbale

Sulla Strada Statale 36 c'è l'autovelox della discordia. Accade a Verceia, comune della provincia di Sondrio che si trova a una manciata di chilometri da Colico, lì dove potrebbe anche scattare un'azione collettiva veicolata dall'associazione dei consumatori Migliore Tutela. Poche settimane fa il Tribunale sondriese ha decretato l'annullamento di un verbale per eccesso di velocità dichiarando illegittimo lo strumento di rilevazione per la mancanza dei requisiti richiesti dal relativo articolo del Codice della Strada. Il Comune ha preannunciato il ricorso in Cassazione, ma la battaglia potrebbe espandersi.

La sede provinciale dell'associazione è “andata oltre” e ha raccolto via email “le segnalazioni di alcuni automobilisti multati proprio dal Comune; alcuni di questi utenti chiedono di potersi unire e di avviare un’azione collettiva - una sorta di class action - da far valere in ogni sede.

Omologazione e approvazione degli autovelox: le differenze

La diversità è precisata dall'art. 192 del Regolamento del CDS, intitolato "Omologazione e approvazione" che, ai commi 2 e 3 descrive, rispettivamente, entrambe le procedure. Spiega il quotidiano giuridico StudioCataldi.it: “L'omologazione, a differenza della mera approvazione, è un provvedimento amministrativo che accerta la rispondenza e la conformità dell'apparecchiature alle prescrizioni del Regolamento del Cds, implicando un giudizio tecnico giuridico in ordine alla sussistenza delle condizioni di legittimità per violazione di legge che può inficiare la validità dell'accertamento effettuato. Nel caso di specie, l'apparecchiatura autovelox di accertamento automatico utilizzata dalla Polizia Locale di Verceia risultava sprovvista di "debita omologazione" e il relativo verbale di accertamento deve essere annullato“.

“Il Prefetto di Sondrio non doveva autorizzare quell'autovelox per: assenza della relazione sulla incidentalità, strada priva dei requisiti previsti dal codice della strada e assenza piano urbano del traffico, insomma un disastro che apre le porte ai ricorsi. Già il giudice di pace di Sondrio, in passato, ha accolto alcuni ricorsi che contestavano l'autovelox usato dal Comune di Verceia, sulla SS36 posti alternativamente tra il km 102+II e 103+III ambo direzioni di marcia. I fatti risalgono agli anni 2021 e 2022 quando alcuni automobilisti si erano visti contestare una violazione del limite di velocità con una multa di € 193.00 e la decurtazione di tre punti sulla patente, perchè secondo la Polizia Locale di Verceia avevano superato il limite imposto di 50 Km/h la cui velocità è stata sempre rilevata con autovelox non conformi alla normative in totale assenza del decreto di omologazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulla Statale 36 c'è un autovelox illegale? Occhio al maxi risarcimento

LeccoToday è in caricamento