rotate-mobile
Attualità Centro storico / Lungolario Isonzo

Bagni, tuffi e accesso alla spiaggia vietati alla Malpensata

Il provvedimento appena disposto dal Comune di Lecco, in accordo con Ats, in vista della stagione calda. Multe da 25 a 500 euro in caso di violazioni

Tuffi e spiaggia vietati alla Malpensata, con multe salate in caso di violazioni. Il Comune di Lecco ha infatti istituito il divieto di balneazione e di accesso al fondale e alla riva della Malpensata su indicazione di Ats Brianza per la "perdurante presenza di condizioni di mancata accessibilità in sicurezza". Un provvedimento messo nero su bianco in un'apposita ordinanza firmata dal sindaco Mauro Gattinoni, deciso a scopo cautelativo a seguito di un sopralluogo svolto di recente presso l’area a lago. Il divieto è operativo dal 3 maggio fino alla revoca della medesima ordinanza.

Il periodo della stagione balneare

"Premesso che la stagione balneare è individuata dal 1° maggio al 30 settembre di ogni anno - si legge nel provvedimento - Constatate le effettive criticità che caratterizzano le rive del Lago di Lecco e del Lago di Garlate e in particolare il percorso per raggiungere la linea di costa; considerate le normative in materia e che sul territorio di Lecco, anche per la stagione balneare 2024, sono individuate le seguenti località sottoposte a monitoraggio delle acque: Pradello, Rivabella, Malpensata e Canottieri; vista la nota di Ats Brianza pervenuta in data 17 aprile con cui si comunica che a scopo cautelativo deve essere vietata la balneazione per le perduranti condizioni di mancata accessibilità in sicurezza alla spiaggia/linea di costa antistante lo specchio d’acqua dell’area descritta e del relativo fondale si ordina quanto segue..."

Il divieto di balneazione

Da qui il divieto formato dal sindaco. "Si ordina di vietare la balneazione e l’accesso alla spiaggia/linea di costa antistante lo specchio d’acqua e al relativo fondale presso l’area denominata Malpensata, con decorrenza dal 1°maggio 2024 fino a revoca del presente provvedimento. Nella nota di cui sopra Ats Brianza informa che il divieto di balneazione dovrà essere vigente fino a successiva comunicazione di revoca da parte dell’ente medesimo, si avverte quindi che le misure dell’ordinanza sono valide fino a revoca per mutamento delle condizioni costituenti presupposto della stessa, fatto salvo diverse disposizioni".

Controlli e sanzioni

Il Comune di Lecco si riserva inoltre di adottare "ulteriori provvedimenti nel periodo considerato tenendo conto delle necessità puntuali a garanzia della salute nel rispetto del quadro normativo vigente". In caso di violazioni "verranno applicate le sanzioni previste dal decreto legislativo 267 del 2000 con una sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro". Viene infine disposto di informare la popolazione del divieto di balneazione tramite un'apposita segnaletica nelle vicinanze dell’area interessata, e si ordina alla polizia locale - e alle altre autorità competenti - di far osservare l'ordinanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagni, tuffi e accesso alla spiaggia vietati alla Malpensata

LeccoToday è in caricamento