Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

La bandiera della Palestina sventola sui monti lecchesi

"Con questa azione simbolica vogliamo dare voce al popolo Palestinese e a tutti coloro che non possono esprimersi e far valere i propri diritti perché vittime di ingiustizie e oppressioni"

"Con questa azione simbolica vogliamo dare voce al popolo Palestinese e a tutte quelle soggettività che non possono esprimersi e far valere i propri diritti perché vittime di ingiustizie, oppressioni e abusi di potere". Inizia con queste parole la nota inviata da "un gruppo di cittadini" alla redazione con allegate alcune foto che immortalano la presenza della bandiera palestinese sulle vette simbolo del territorio lecchese: il San Martino, il Resegone, il Magnodeno; e poi ancora il Due Mani, il Barro, il Monte Linzone, il Medale, il Cornizzolo e il Corno Birone.

Corno Birone - bandiera Palestina.

"È spiazzante - si legge in alcuni passaggi dell motivazioni allegati alla mail con le immagini - vedere ogni giorno quanto gli interessi e il denaro abbiano assunto un ruolo nettamente più importante rispetto alle vite di migliaia di persone uccise senza alcun motivo, se non quello di voler vivere nella loro terra. Mentre l’attacco Israeliano si intensifica e il numero delle vittime civili aumenta, l’Italia continua a mantenere un silenzio assordante, dimostrando un atteggiamento di indifferenza che contrasta con i principi fondamentali di giustizia e umanità di cui si vanta di essere portatrice".

Monte Magnodeno - bandiera Palestina.

"Fino a dove saremo disposti a spingerci per continuare a seguire i nostri esclusivi, e troppo spesso sporchi, interessi economici? Fino a che punto saremo capaci di voltarci dall’altra parte e continuare a camminare su queste montagne come se niente fosse? Quando torneremo a dedicare un nostro gesto e un nostro pensiero, le cose più autentiche e politiche che abbiamo, a favore di persone che non vengono ascoltate ma uccise, nel silenzio generale?"

Resegone - bandiera della Palestina.

"Non ci stiamo rivolgendo alle autorità o a enti specifici, abbiamo pretese più alte. Stiamo parlando con chiunque leggerà queste parole e che ci auguriamo prenderà qualche minuto delle prossime sere per guardarsi dentro e rispondere a queste domande. Nessun logo, nessuna associazione. Solo un gruppo di persone stanche di stare ferme a guardare. Palestina libera, sempre!"

Monte Barro - bandiera della Palestina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bandiera della Palestina sventola sui monti lecchesi
LeccoToday è in caricamento