rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità

Battelli sempre più green per la navigazione del lago di Como

L'ente "Gestione Navigazione Laghi" illustra il piano di transizione energetica del trasporto pubblico nelle acque interne

La navigazione del lago di Como, e quindi anche del ramo lecchese, diventa sempre più ecologica.? In occasione della Conferenza Nazionale della Mobilità elettrica (E_mob) al via domani, sabato 16 ottobre in piazza Duomo a Milano, si parlerà anche del trasporto via acqua, e nell'incontro istituzionale di lunedì 19 a Palazzo Giureconsulti l'ente "Gestione Governativa Laghi" presenterà il suo piano di transizione energetica del trasporto pubblico di linea delle acque interne dei laghi Maggiore, Garda e Como. Un piano che porterà i battelli ad essere in futuro full electric.

"Il crescente interesse sul tema decarbonizzazione e della volontà di accelerare la lotta al cambiamento climatico, con un sempre più deciso ricorso alle fonti rinnovabili di energia, ha portato Gestione Navigazione Laghi ad affrontare un importante processo di transizione energetica, avviando negli ultimi anni diversi progetti di adeguamento tecnologico sui mezzi della propria flotta - fa sapere l'ufficio stampa dell'ente - Gestione Navigazione Laghi, ha messo in atto strategie prioritarie per la riduzione delle emissioni climalteranti ed inquinanti e per lo sviluppo in ambito lacuale di una mobilità in futuro anche full electric".

Battello E-Mob-2

Già da tempo, è stato intrapreso un percorso di transizione che prevede la progressiva elettrificazione di una parte della flotta (traghetti e motonavi) e l’utilizzo di motori a bassissime emissioni per i mezzi (aliscafi e catamarani) che per le loro caratteristiche non possono attualmente essere elettrificati. La motonave Topazio e il traghetto San Cristoforo, rappresentano un segnale tangibile di quello che Gestione Navigazione Laghi in questi anni ha fatto.

La particolarità di queste imbarcazioni consiste nel loro sistema propulsivo ibrido

La particolarità di queste imbarcazioni risiede nel loro sistema propulsivo ibrido che permette di operare in fase di avvicinamento e partenza dallo scalo con l'utilizzo delle sole batterie (full electric) mentre in navigazione i motori elettrici sono alimentati da generatori insonorizzati che contribuiscono a ridurre le emissioni ambientali ed acustiche. Gli stessi generatori oltre che alla propulsione provvedono a ricaricare le batterie.

La motonave ibrida topazio, per questa sua caratteristica, è inoltre, la prima imbarcazione in acque interne a potersi fregiare dell'annotazione Green Plus, rilasciata del Registro Italiano Navale quale riconoscimento che la identifica come una nave progettata ed equipaggiata con impianti, componenti e procedure atti a controllare e prevenire l'emissione di sostanze inquinanti nelle acque, in aria o più in generale nell’ambiente.

Il direttore tecnico: "Siamo al lavoro per ulteriori progetti di sostenibilità ambientale e innovazione"

Sul tema il direttore tecnico, l’Ingegner Paolo Mazzuchelli, ha precisato che: "La nostra area tecnica è costantemente al lavoro per portare avanti ulteriori progetti di innovazione e sostenibilità ambientale. Attualmente vi sono in costruzione 3 unità, una per lago, “gemelle” della Topazio ed una quarta nave in configurazione ibrido parallelo è invece in costruzione presso il Cantiere appaltatore, tutti segnali ulteriori dell’impegno che Gestione Navigazione Laghi sta portando avanti per garantire il processo di transizione ecologica che porterà nel 2025 a raggiungere l’efficientamento del 27% dell’intera flotta navale".

Navigazione sul lago di Como: potenziato il servizio dei battelli

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Battelli sempre più green per la navigazione del lago di Como

LeccoToday è in caricamento