Premiati 47 Comuni Fioriti, a Bellano e Vendrogno il nuovo Marchio di qualità

Annunciati a Pomaretto i vincitori. Antonio Rusconi, presidente dell'Unione: «Molto soddisfatti per un riconoscimento che certifica l'impegno per rendere belli i nostri paesi promuovendo standard ecologici elevati»

Dopo una lunga stagione di visite da parte della qualificata giuria intersettoriale, si è concluso con la premiazione dei vincitori, domenica 10 novembre, il primo anno del Marchio Nazionale di Qualità Ambiente di Vita - Comune Fiorito. A Pomaretto (provincia di Torino), in occasione del Meeting Nazionale è stato assegnato il Marchio di Qualità dell’Ambiente di Vita a un totale di 47 Comuni italiani, tra più di 60 partecipanti (nel 2018 erano più di 100 i comuni premiati). Tra i Comuni ritenuti meritevoli della certificazione anche Bellano e Vendrogno.

Il nuovo Marchio di Qualità è stato assegnato ai comuni più virtuosi. L’intento di questa iniziativa è stato di coinvolgere e spingere a “far fiorire” gli spazi urbani sparsi in tutta Italia, rendendoli a misura di cittadino.

«Si tratta di un riconoscimento all’impegno e alla sensibilità delle Amministrazioni partecipanti. Siamo davvero entusiasti del riscontro e dell’adesione di questo primo anno - ha commentato Renzo Marconi, presidente Asproflor Comuni Fioriti - Complimenti ai vincitori, nella speranza che questo non sia che un primo passo verso un’attenzione sempre maggiore al verde nei nostri comuni. La nascita del nuovo Marchio Nazionale di Qualità vuole proprio essere uno strumento per tutti i Comuni, piccoli e grandi, per utilizzare il verde pubblico e le fioriture come strumento di sviluppo per tutto il territorio».

Il sindaco di Bellano: «La giuria ha apprezzato la riqualifica dell'Orrido e l'impegno contro la plastica»

«Siamo davvero soddisfatti - sottolinea il Presidente dell’Unione di Bellano e Vendrogno Antonio Rusconi - per un riconoscimento che certifica un grande impegno sia nel rendere belli e fioriti i nostri paesi, ma anche nella ricerca di standard ecologici elevati a tutela della natura e dell’ambiente. Tanti gli aspetti positivi riscontrati nella relazione della giuria - aggiunge il sindaco di Bellano - su tutti la partecipazione attiva dei cittadini, la cura e la pulizia, la riqualifica del patrimonio naturalistico dell’Orrido e le diverse azioni rivolte all'ambiente quali la lotta alla plastica e la spinta alla mobilità sostenibile. Ci è stata consegnata anche una pianta, un esemplare di quercia, che verrà piantata in tutti i Comuni e sarà il simbolo dell'attenzione verso l'ambiente e le piante. Un grazie doveroso a tutti coloro che ci hanno aiutato nell'ottenimento di questo marchio di qualità, in modo particolare agli angeli del verde, volontari che per tutto l'anno hanno accudito e mantenuto i tanti fiori piantumati».

Lite condominiale: aggredisce donna e la manda in ospedale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Giù le mani dalle mogli degli altri»: sui muri bellanesi insinuazioni contro il maresciallo

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Lombardia in zona gialla? «Nel Lecchese interessati circa 1.400 esercizi commerciali»

  • De Capitani: «Il Dpcm sul Natale divide l'Italia in due. Voglio vedere chi avrà il coraggio di multare»

  • Coronavirus, il punto: calo drastico tra i contagiati nel Lecchese (+53) e i ricoverati negli ospedali

  • Giovani travolti da una piccola slavina sul Legnone: ora rischiano una multa salatissima

Torna su
LeccoToday è in caricamento