menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Rusconi, sindaco di Bellano

Antonio Rusconi, sindaco di Bellano

Bellano, prosegue la querelle sulla videosorveglianza. Botta e risposta Rusconi-minoranza

Dopo gli articoli apparsi in mattinata, prosegue la polemica tra "Bellano Bella" e il sindaco del comune lecchese

Prosegue la polemica sulla videosorveglianza tra Antonio Rusconi, sindaco di Bellano, e il gruppo "Bellano Bella". Dopo gli articoli apparsi in mattinata, il primo cittadino del comune lecchese ha ribattuto alla minoranza con un post al veleno su Facebook:

Permettetemi due pacate riflessioni:

1 - mi spiace aver dovuto leggere di una sterile polemica rivestita di belle parole della minoranza di Bellano Bella.... da dicembre è al corrente del nostro innovativo progetto di videosorveglianza, un grande investimento, che evidentemente ignorano... li invito a prendere visione del progetto e dei documenti prima di parlare di loro surreali richieste tardive...

2 - a Bellano non esiste nessun allarme furti, e mi spiace aver dovuto leggere di questo zabettio... I furti sono praticamente inesistenti. Anche a detta dei carabinieri viviamo in un posto sicuro. ci sono stati alcuni episodi che vogliamo ovviamente eliminare per il futuro. Grazie alle nuove telecamere potremo inoltre aumentare il nostro essere d'aiuto ai corpi di polizia nelle indagini, nella prevenzione anche per tutto il territorio e l'impianto sarà un sicuro deterrente oltre che un controllo per revisioni e assicurazioni...

Dopo poche ore, ecco il nuovo affondo di "Bellano Bella", arrivato attraverso una nota ufficiale:

Il Sindaco di Bellano, dott. Antonio Rusconi, nel giro di poche ore, cose che purtroppo non avviene per le richieste formali di atti, ha replicato al nostro oggettivamente pur lieve comunicato stampa affinchè Bellano si doti in tempi brevi di un sistema di video-sorveglianza. Al solito, la risposta è piccata (cosa consueta ogni qual volta si ha l’ardire di esprimere un’opinione non collimante con la visione del capo e del suo clan) e si replica in modo risentito alle nostre “surreali richieste tardive”.

La scarsissima dimestichezza politica con critiche e sollecitazioni, unici strumenti coi quali le minoranze possono agire, ha fatto sì che il nostro molto egregio dott. Rusconi abbia utilizzato con la consueta disinvoltura termini coi quali mostra di avere una scarsa familiarità. Ma l’astio in politica fa questi danni! Egli Infatti definisce le richieste per la dotazione di strumenti di video-sorveglianza “surreali e tardive”.

Con un sorriso evidenziamo che è da anni che abbiamo sollecitato l’amministrazione ad intervenire al riguardo; quanto al requisito di ”surreale”, con tutti gli sforzi possibili, non riusciamo a comprenderne il significato assunto, visto che si tratta di un intervento che potrà essere realizzato , reso reale (a breve si spera).

Per concludere, invitiamo il sempre nostro egregio dott. Rusconi a non essere crucciato per la scarsa conoscenza che le minoranze, a suo dire, hanno del nuovo progetto di sorveglianza; infatti se avrà la bontà e la leggerezza di leggere con una minore dose di astio quanto da noi scritto sul comunicato stampa, potrà trovarvi quanto da lui lamentato erroneamente come omesso.

Perciò dott. Rusconi, animo leggero, le minoranze continueranno a fare il lavoro che sono chiamate a fare: stimolo e controllo. Anche a vantaggio dello stesso gruppo di maggioranza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento