menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Gelli con il padre Vico, scomparso lo scorso marzo

Marco Gelli con il padre Vico, scomparso lo scorso marzo

Acclamato nel direttivo dell'associazione in memoria del compianto papà

La storia: Marco Gelli, 46 anni, diventa consigliere del Bike Team Formaggilandia2, società di cui il padre Vico, anima del ciclismo lecchese, è stato simbolo per anni

Il ciclismo è uno degli sport più nobili e romantici, lo è da sempre. E spesso le sue storie travalicano lo sport, abbracciando altri aspetti importanti della vita.

L'ennesimo esempio di quanto sosteniamo arriva da Malgrate, dalla società Bike Team Formaggilandia2. Marco Gelli, 46 anni, è stato eletto all'unanimità consigliere del sodalizio, a sei mesi dalla scomparsa del papà Vico, portato via lo scorso marzo dal Covid-19 ma indimenticata anima dell'associazione malgratese nonché del comitato di Lecco della Federazione italiana Ciclismo.

Addio a Vico Gelli, anima dell'associazionismo e del mondo del ciclismo lecchese

Un passaggio di consegne ideale, non scontato, fortemente voluto da tutti. «Vico Gelli è stato un grande appassionato di ciclismo e da anni collaborava attivamente sia con noi formaggini che con la Federazione Ciclistica Italiana, di cui era consigliere per la provincia di Lecco - dichiara il presidente del Bike Team Formaggilandia2 Roberto Maggioni - mi è sembrato naturale proporre il ruolo a suo figlio, l'unico in grado di riempire il vuoto che ha lasciato Vico in tutti noi appassionati».

«Amo la bicicletta, mi darò da fare»

La proposta del presidente ha trovato ampio riscontro tra i tesserati, tanto che Gelli è stato eletto per acclamazione all'unanimità, senza bisogno di votazione. «Il presidente Maggioni mi ha chiesto se ero interessato a occupare il posto lasciato vuoto da mio padre e ho subito accettato - sono le parole di Marco - Come dirigente sono sicuramente acerbo, ma amo la bicicletta e sono sicuro che, grazie all'entusiasmo del presidente, sarà facile prenderne la scia. Il faro c’è, bisogna solo impegnarsi e darsi da fare».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento