rotate-mobile
Attualità

Bolletta triplicata come "regalo" per i suoi 100 anni: dovrà pagare 1.000 euro

La coincidenza che vede (suo malgrado) protagonista la lecchese Giacomina Balatti: nel giorno del compleanno scadrà la super bolletta: "Come può un anziano solo pagare cifre così?"

Da una media di 300 euro al mese a oltre 1.000 di bolletta del gas, a fronte di un consumo pressocchè identico. Già di per sè questa sarebbe una notizia. Anzi, a livello nazionale (e data la terribile escalation in Ucraina pure internazionale), è forse la notizia più sentita e di stretta attualità: in questi giorni tantissimi utenti stanno ricevendo bollette di luce e gas con cifre volate letteralmente alle stelle.

Ma per la signora Giacomina Balatti, residente in via Cairoli a Lecco, c'è pure una sorta di beffa: la sua superbolletta scadrà il 14 marzo, giorno del suo compleanno. Un compleanno speciale: 100 anni. Insieme alla rabbia e al dispiacere per un rincaro impressionante, anche quella di doverlo pagare entro il giorno della sua festa. La bolletta in questione riguarda il bimestre dicembre 2021 gennaio 2022 per il servizio erogato da una società con sede in Lombardia, e ammonta a un totale di 1.089,31 Euro.

Il nipote Antonio: "Cifre insostenibili per un servizio normale"

Antonio Bonacina-2

La vicenda di Giacomina Balatti ci è stata raccontata dal nipote Antonio Bonacina (nella foto), residente nella vicina Olginate. "Date le notizie che da settimane rimbalzano sugli organi di informazione in merito al tema rincari e bollette, sia noi che la zia ci aspettavano di pagare qualcosa in più, ma mai avremmo pensato che la somma potesse addirittura triplicare rispetto a prima, superando i mille euro per due mesi - spiega Antonio Bonacina - Non ci interessa tanto indicare il nome della società, ma segnalare il problema in generale, come stanno facendo anche altri cittadini. Si tratta di una situazione davvero allarmante dal punto di vista economico per tante famiglie. Zia Giacomina questa volta riuscirà a pagare, ma non so per quanto potrà permettersi di versare cifre così, è infatti una semplice pensionata. Questi rincari stanno diventando davvero folli e insostenibili, le autorità competenti devono fare qualcosa".

"Si tratta di normali spese per acqua e riscaldamento, una persona che vive da sola come può spendere 1.089,31 euro per questi servizi essenziali, quando prima ne pagava circa 300? - conclude il nipote della donna nata il 14 marzo 1922 - Dispiace tra l'altro notare la coincidenza per la quale la bolletta in questione scadrà il 14 marzo, giorno del compleanno di Giacomina: non certo un bel regalo per mia zia. Una beffa e se vogliamo un dispiacere in più, come sottolineato da lei stessa, arrabbiata ma soprattutto incredula per una bolletta che non si sarebbe mai aspettata di ricevere".

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bolletta triplicata come "regalo" per i suoi 100 anni: dovrà pagare 1.000 euro

LeccoToday è in caricamento