Botti e fuochi di fine anno, divieto di utilizzo ad Abbadia e a Lierna

Ordinanza dei Comuni con sanzioni fino a 500 euro per i trasgressori. A Mandello nessuna restrizione ma richiamo a un utilizzo consapevole

Divieto di esplodere petardi e botti di Capodanno sul lago. Sia il Comune di Abbadia Lariana sia quello di Lierna hanno emanato un'ordinanza per limitare l'utilizzo di materiale pirotecnico e similari a ridosso della notte di San Silvestro.

A Lierna il divieto entrerà in vigore da martedì 31 dicembre 2019 a giovedì 2 gennaio 2020, sia per prevenire possibili infortuni alle persone, causa imperizia nell'utilizzo, sia per escludere problemi agli animali domestici come ad esempio i cani, ma pure alla fauna selvatica. Per i trasgressori sono previste sanzioni da 25 a 500 euro.

Botti di fine anno, a Dervio appello «per rispettare vicini e animali»

Provvedimento simile anche ad Abbadia Lariana, in vigore dallo scorso 15 dicembre, dove le sanzioni sono le medesime. «È stata pubblicata l'ordinanza per vietare i botti e altri prodotti pirotecnici in occasione dei festeggiamenti nella notte di San Silvestro - spiega l'Amministrazione comunale, rivolgendosi alla cittadinanza - Ci guadagna il pianeta, con meno inquinamento, ci guadagnano i nostri amici animali, meno spaventati e più sereni e ci guadagni tu, con meno rischio di incidenti».

Nessuna ordinanza invece a Mandello, dove il sindaco Riccardo Fasoli ha richiamato a un uso coscienzioso e consapevole di questi prodotti: «È doveroso però richiamare i cittadini e i villeggianti al rispetto degli altri, degli animali e del decoro urbano. La vera differenza la fa l'utilizzo consapevole dei fuochi d'artificio. Per la propria incolumità e per quella degli altri si invitano dunque tutti a non utilizzare i fuochi in spazi chiusi o ristretti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico investimento sulla direttrice Milano-Lecco: la vittima era scomparsa nella mattinata

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Lecco, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio. Ecco le regole

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento