In casa Gitalia Jacquard un nuovo brevetto per tessuti chinè destinati all'alta moda

Un altro fiore all’occhiello per l’azienda tessile Gitalia Jacquard: arriva il brevetto rilasciato dal Ministero dello Sviluppo Economico. Riguarda sia la macchina sia il procedimento di stampa di filati naturali per tessuti che sfruttano i principi di una lavorazione di origini antiche

I dipendenti e la sede di Gitalia

Il tipo di lavorazione è molto complesso, richiede passaggi numerosi e delicati e, pur avendo origini antiche, sinora il suo impiego applicato alle fibre naturali nobili come seta, lana, lino, cachemire, canapa e cotone è stato limitato e circoscritto a lavorazioni di tipo artiginale e quasi del tutto manuali.

Gitalia Jacquard - l'azienda tessile storica di Costa Masnaga che fa capo alla famiglia Ruggeri – ha saputo industrializzare il processo per la realizzazione della stampa su filo con fibre pregiate e non sintetiche per andare poi a produrre i tessuti chiné, il cui caratteristico colore screziato e sfumato è ottenuto appunto con la colorazione dell’ordito prima di procedere con la tessitura.

Per farlo, è stato necessario mettere a punto sia un apposito macchinario sia il procedimento di realizzazione, entrambi oggetto dell’Attestato di brevetto per invenzione industriale rilasciato dall’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Ministero dello Sviluppo Economico.

«Gitalia si rivolge alla fascia medio-alta e alta del settore moda: i destinatari dei nostri prodotti sono spesso esperti internazionali del lusso alla ricerca di tessuti adatti a consumatori particolarmente esigenti», sottolinea il Presidente Gianni Ruggeri.

GitaliaChineě-2

Produzione e realizzazione

Per la realizzazione dell’innovativo macchinario Gitalia ha potuto contare sulle competenze del team aziendale; in particolare il progetto è stato supportato dai fratelli Luca Ruggeri e Marco Ruggeri che si sono occupati della ricerca in ambito tessile e da Felice Cogliati, esperto di meccanica tessile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il tessuto prodotto con il procedimento che abbiamo brevettato, e attraverso un macchinario studiato e assemblato ad hoc - continua -  si rivolge ad una nicchia che richiede un tipo di tessuto esclusivo, con fantasie e colori molto spesso personalizzati. Le nostre proposte sono da sempre orientate alla qualità e all’originalità e, in questo caso, avanziamo di un ulteriore passo in questa direzione facendo tesoro dell’esperienza e del know-how maturati in tanti anni di attività, con un tessuto dove alla particolare lavorazione si uniscono la cura e la ricerca già a partire dalla selezione della materia prima».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Postavano sui social video girati a Lecco con pistole e maceti, blitz della Polizia contro la "Baby Gang"

  • Coronavirus, il punto: oggi 96 nuovi casi nel Lecchese, oltre 35.000 tamponi in Lombardia

  • Coronavirus, il punto: numero record di positivi nel Lecchese, 198

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento