← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

A Lecco ci sono buche e buche...

Redazione

Via dei Pescatori · Lecco

Passeggiando nelle vie centrali di Lecco, via Cavour e via Cairoli, ho notato che si stanno sistemando le buche formatesi nel tempo sul lastricato in porfido. Ottima notizia che però fa sorgere subito una legittima domanda: “Che differenza c’è tra le buche in centro Lecco e le buche del vecchio nucleo di Pescarenico?”

Negli scorsi anni sono state fatte al Comune di Lecco, anche sul sito Urban Click, diverse segnalazioni sullo stato del fondo stradale in porfido (lo stesso del centro di Lecco) ampiamente degradato in via Maggiore ed in via Pescatori.

Ci sono state almeno 3 riunioni di quartiere con il Comune dove tra gli altri problemi è stato segnalato lo stato pietoso della pavimentazione.

Personalmente ho partecipato a 2 sopraluoghi con responsabili del comune.

In occasione dell’istituzione del divieto di sosta in piazza del Pesce (luglio 2019) era stata promessa, oltre ad altri interventi mai avvenuti e come in ogni altra occasione di incontro, la sistemazione della pavimentazione.

Le buche sono sempre li ad aspettare tempi migliori, se mai verranno!

Credo di avere una risposta alla domanda iniziale: “Quartiere storico, buche storiche” che saranno apprezzate e forse fotografate dalle migliaia di turisti in visita ogni anno al quartiere!

Buona buca a tutti.

Renato da Lecco

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Buongiorno , il caso delle buche sui marciapiedi e sulle strade sono gli argomenti che mi stanno più a cuore. Io abito Maggianico da oramai 5 anni e sto assistendo giorno dopo giorno al degrado di questo rione. Se si fa un po' attenzione si noterà in Corso Emanuele Filiberto in direzione del Parco Gomès partendo dalla Stazione di Servizio ENI , come è difficile camminare sul marciapiede. La mancanza di asfalto, le gobbe sotto asfalto dovute alle radici degli alberi , le crepe, gli assestamenti del terreno negli anni , hanno fatto sì che chi come me non utilizza la macchina a torto e a traverso , ha delle grosse difficoltà a camminare su questi marciapiedi. Mi è anche capitato di aiutare una signora caduta proprio per il dissesto. Un tombino che fuoriusciva di 4 -5 cm sopra il livello del manto bituminoso. Fortunatamente senza gravi conseguenza , solo qualche escoriazione alle ginocchia. Questo disaggio peggiora di anno in anno. Sarebbe carino e sopratutto utile che qualcuno venisse a controllare e porre qualche rimedio. Un disabile in carrozzella non puó circolare sui marciapiedi. Gli anziani fanno fatica. I giovani vanno in macchina, loro non vedono. Io ho le foto che documentano quanto scrivo. Se vi interessano ve le posso inviare . Grazie per l'attenzione , sperando che questa mia possa cadere sotto gli occhi di chi possa aprire una nuova pagina sul problema è risolverlo , sopratutto. Cordiali Saluti

Segnalazioni popolari

Torna su
LeccoToday è in caricamento