Silenzio e commozione per le vittime del Covid-19, cerimonie anche in Valle San Martino e nell'Olginatese

Bandiere a mezz'asta per il lutto nazionale alla presenza di sindaci, sacerdoti e autorità

Un momento della cerimonia che si è tenuta a Calolziocorte.

Bandiere a mezz'asta per onorare le vittime del Covid-19 anche nei comuni della valle San Martino e dell'Olginatese. I sindaci con la fascia tricolore, il commovente suono del silenzio davanti ai municipi con, sullo sfondo, città deserte come impone la situazione di emergenza. Un minuto di raccoglimento per ricordare le tante, troppe vittime di un virus che ha colpito duramente anche la provincia di Lecco, e in particolare il territorio Calolziese. Una commemorazione ancora più significativa e dolorosa per l'impossibilità di celebrare i funerali di chi purtroppo ha perso la vita in questi giorni terribili. La commemorazione per il lutto nazionale si è tenuta alle 12 di oggi, martedì 31 marzo, unendo idealmente in un abbraccio virtuale le tante comunità del territorio all'insegna del ricordo di chi non c'è più, dell'impegno comune per vincere la battaglia contro il Coronavirus e della volontà di ripartire con forza non appena l'emergenza sarà finita.

Davanti al palazzo comunale di piazza Vittorio Veneto a Calolziocorte erano presenti il sindaco Marco Ghezzi, il vice Aldo Valsecchi, gli assessori Cristina Valsecchi, Luca Caremi, Tina Balossi e Dario Gandolfi, i Consiglieri comunali Pamela Maggi e Sonia Mazzoleni, il parroco di Sala don Luca Casali e Roberto Gagliardi che ha suonato il Silenzio.

Cerimonia anche a Carenno con il sindaco Luca Pigazzini, il capogruppo degli alpini Mirco Bussolati e il parroco monsignor Angelo Riva. A Vercurago il minuto di silenzio si è tenuto davanti al monumento a lato del palazzo municipale con il sindaco Paolo Lozza e due sacerdoti. A Monte Marenzo bandiera a mezz'asta con l'omaggio del primo cittadino Paola Colombo a nome della popolazione. E poi ancora Olginate, con il sindaco Marco Passoni, Pietro Valsecchi coordinatore della Protezione civile, don Andrea per il momento di preghiera, gli agenti della Polizia locale Malighetti e Sacchi. A Garlate bandiere a mezz’asta per le vittime dell’epidemia ben visibili dalla Sp72: il sindaco Giuseppe Conti e il parroco don Matteo Gignoli hanno osservato un minuto di silenzio dal balcone del palazzo del Municipio che si affaccia proprio sulla Provinciale.

Nelle immagini sotto si possono infine vedere anche le cerimonie che si sono tenute a Erve con il sindaco Giancarlo Valsecchi davanti al palazzo municipale, a Torre De' Busi con il primo cittadino Eleonora Ninkovic di fronte alla torre simbolo del paese e a Brivio con il sindaco Federico Airoldi.

Campane a lutto nel territorio per ricordare le vittime del Coronavirus

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Giù le mani dalle mogli degli altri»: sui muri bellanesi insinuazioni contro il maresciallo

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Lombardia in zona gialla? «Nel Lecchese interessati circa 1.400 esercizi commerciali»

  • Coronavirus, il punto: calo drastico tra i contagiati nel Lecchese (+53) e i ricoverati negli ospedali

  • Uomo cade da scala, giovane si lesiona due dita: soccorritori in azione

  • Giovani travolti da una piccola slavina sul Legnone: ora rischiano una multa salatissima

Torna su
LeccoToday è in caricamento