Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

«Pronti ad aprire un centro vaccinale anticovid a Calolzio»

Il sindaco Ghezzi: «Ultimi confronti con Ats, potremmo partire entro due settimane con una prima sede per gli over 80». Più avanti sarà possibile anche un ulteriore "polo massivo" per la zona: hanno dato la propria disponibilità la palestra Vitalba e il Dancing Lavello

Il sindaco di Calolziocorte Marco Ghezzi.

«Anche Calolzio è pronta a partire con un proprio centro vaccinale. Al 99% ci attiveremo entro due settimane, 6 giorni su 7. Attendiamo l'ultimo via libera da Ats. Più avanti valuteremo anche l'apertura di un'ulteriore sede come polo vaccinale per tutta la valle San Martino e l'Olginatese, quando i vaccini saranno somministrati in modo più massiccio».

Queste le parole con le quali il sindaco Marco Ghezzi ha risposto alla domanda che gli abbiamo rivolto anche a seguito della sollecitazione avanzata da alcuni cittadini: «Come avvenuto a Mandello, Introbio e Valmadrera, anche Calolzio aprirà un proprio presidio per le vaccinazioni anticovid?». La risposta è sì, ma con alcune precisazioni importanti e qualche carta ancora da scoprire per questioni tecniche e organizzative.

Il primo step: gli over 80

«Questa mattina ho avuto un ulteriore incontro con un rappresentante dei medici che hanno dato la propria disponibilità a vaccinare - prosegue il sindaco di Calolzio - L'Amministrazione non è ferma, e nonostante la questione non sia di sua diretta competenza si è attivata da tempo con l'Ats per aprire un centro vaccinale in città, rendendosi disponibile a collaborare e ad individuare possibili postazioni logistiche. Manca solo qualche passaggio, ma a breve contiamo di poter attivare il servizio che in una prima fase riguarderà gli over 80. Due le ipotesi sulla sede, al momento però non posso comunicare quali siano, anche per evitare il rischio di assembramenti prima del tempo». 

In pole position ci sarebbe la mensa della ex Sali di Bario in zona interscambio, dove già si sono svolte le vaccinazioni antinfluenzali lo scorso novembre, ma anche un altro immobile. «Non appena ci saranno notizie definitive in merito daremo le dovute comunicazioni. Ad oggi posso dire che diversi medici del territorio hanno dato la propria disponibilità per vaccinare, che molto probabilmente partiremo nel giro di quindici giorni e che le vaccinazioni saranno effettuate 6 giorni su 7».

Il secondo step: un ulteriore polo vaccinale per tutta la popolazione

Questo sarebbe un primo step per i cittadini più anziani, ma già si lavora alla creazione di un ulteriore polo vaccinale massivo sempre a Calolzio per quando arriveranno più dosi del siero anticovid e occorrerà accelerare con la somministrazioni a tutte le fasce della popolazione. Non si tratta di un centro massivo stile Lariofiere per l'intera provincia lecchese, ma di un presidio comunque importante al quale potranno fare riferimento i residenti nei comuni della valle San Martino e del vicino territorio olginatese.

In merito Marco Ghezzi ha reso noto che i rispettivi proprietari hanno messo a disposizione per questa vaccinazione di massa il Dancing Club Lavello e la Palestra Vitalba Fitness Club, il primo sul Lungosdda, il secondo nella frazione di Foppenico. Si tratterebbe di due soluzioni che l'Amministrazione calolziese valuta con molto interesse.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Pronti ad aprire un centro vaccinale anticovid a Calolzio»

LeccoToday è in caricamento