Segnali di speranza: dimesso dall'ospedale l'arciprete di Calolzio

Don Giancarlo Scarpellini era stato ricoverato al Manzoni due settimane fa con problemi respiratori. Le sue condizioni di salute sono migliorate e ora è a casa in quarantena

La chiesa Arcipresbiterale di Calolzio e gli uffici parrocchiali.

Una buona notizia nei giorni della battaglia contro il Coronavirus. Don Giancarlo Scarpellini è infatti rientrato a casa dopo due settimane di ricovero in ospedale e adesso sta bene. L'arciprete di Calolzio, alla guida della parrocchia di San Martino Vescovo, era stato soccorso in ambulanza nella serata di domenica 15 marzo dopo aver avvertito febbre alta e problemi respiratori. Grande la preoccupazione da parte dei fedeli calolziesi che da subito avevano espresso la loro vicinanza nei confronti del sacerdote anche tramite messaggi inviati ai suoi collaboratori e preghiere. E proprio don Giancarlo Scarpellini, 70 anni, ha scritto nei giorni scorsi un messaggio ad alcuni parrocchiani per dare loro la bella notizia, quella del suo rientro a casa. L'arciprete ha fatto loro sapere di stare bene. Ora dovrà rimanere in quarantena come prevede il protocollo sanitario, restando due settimane isolato da tutti. Solo dopo queste periodo di ulteriore attenzione e cure, don Giancarlo potrà rivedere i suoi parrocchiani che intanto si dicono davvero felici della bella notizia del suo rientro a casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Coronavirus, il punto: nessun caso di positività nel Lecchese, boom di guarigioni

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento