rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Attualità Calolziocorte / Via Fratelli Calvi

Edicola, manicure, attività in compagnia e sala Tv: la casa di riposo come casa propria

Dopo la lunga pausa covid, la Rsa di Calolzio ha riaperto il Centro diurno attivando un servizio innovativo in stile Montessori per far sentire gli anziani ancora più a loro agio

La casa di riposo come casa propria. Non solo attività di assistenza e fisioterapia, ma anche la creazione di un ambiente famigliare per vivere in autonomia tra ritrovi in compagnia, giochi, piccoli lavori a scelta, una sala Tv e perfino l'allestimento di un'edicola, di una cartoleria e di un angolo coiffeaur come se ci si trovasse in un piccolo paese. Alla Rsa Madonna della Fiducia di Calolziocorte si concretizza così il metodo Montessori: permettere agli anziani di esercitare le proprie attitudini al meglio. La novità è stata attivata dallo scorso mese di ottobre nel Centro diurno integrato, riaperto e potenziato con arredi e sale a tema dopo un anno e mezzo di chiusura causa emergenza Covid.

Rsa Calolzio 2-2-3

"Abbiamo deciso di puntare su una nuova proposta per il benessere psicologico degli ospiti con l'avvio del progetto 'Cibo per la mente' mirato a favorire la memoria e a curare situazioni di fragilità, secondo il metodo Montessori - spiega Ivano Venturini, direttore generale della Rsa - si va dalla riattivazione della capacità di mantenere le relazioni sociali al desiderio di appartenere a una comunità. E poi ancora la partecipazione alle attività della vita quotidiana, l'umanizzazione dell’ambiente sociale e familiare, il cambio di prospettiva radicale sulla comprensione della malattia e della persona".

Rsa assistenza bella-2

Due i saloni del "nuovo" Centro diurno, uno dedicato all'attività di movimento e fisioterapia, l'altro all'intrattenimento e all'esercizio della mente. "Aggiungendo e rendendo attivo per tutta la giornata anche il salone Locatelli, prima destinato solo alle attività del pasto, abbiamo ulteriormente potenziato sia gli spazi che il servizio - dichiara Davide Fumagalli, Direttore sanitario della Rsa - Qui vengono a trovarci 16 anziani che svolgono una serie di attività ricreative di gruppo, fino a quelle ludico motorie, ricreative e di fisioterapia. Il servizio del Centro diurno integrato è attivo durante i giorni della settimana, con ingressi dalle 8 alle 17.30".

Casa di riposo edicola-2

"Si tratta di un servizio aggiuntivo rispetto a quello generale della Rsa - sottolinea Livia Mambretti, coordinatrice infermieristica della struttura - Gli ospiti che arrivano da noi durante il giorno vengono coinvolti nelle normali attività della vita quotidiana in modo tale che anche presso il loro domicilio siano poi il più possibile autonomi. Li stimoliamo quindi a fare tutto quello che riescono, in modo tale che a casa riescano ancora ad essere efficienti. Un valore aggiunto per il loro benessere e un sollievo per le loro famiglie. Per quanto riguarda la parte della fisioterapia viene svolta una valutazione specifica su ogni ospite, per poi affidarlo alle cure dei fisioterapisti con percorsi ad hoc".

Casa di riposo Calolzio manicure-2

I nonni si trovano così a trascorrere la giornata un po' come se fossero a casa propria, in ampia libertà. "Chi vuole esce, chi vuole guarda la Tv, chi vuole gioca a carte o a dama. Quando sono tutti insieme si dedicano ad attività di gruppo". Ma non solo. "In quest'altra sala ci sono tutte le attività individuali a portata degli ospiti, compresi giochi per diversi livelli cognitivi, per cui l'educatore può proporre un'attività in base alle loro predispozioni - spiega Norma Perego, tra le responsabili del servizio - L'educatore è un po' come un regista, in pratica propone l'attività, fa vedere come si effettua con i tempi giusti e l'ospite prova ad applicarsi. Se poi è troppo semplice o difficile, si alza o si abbassa il livello. Abbiamo anche l'angolo riservato alla bellezza, con tutto a portata di mano. Questa signora di mestiere faceva la parrucchiera, aveva un negozio e ora si presta per pettinare i capelli e fare la manicure ad altre ospiti. Abbiamo curato nei dettagli l'ambientazione e tutto è usfruibile da tutti secondo l'apporoccio Montessori, pur nel rispetto delle regole di sicurezza".

Rsa Calolzio 3-2-2

Contenti i nonni, che oltre a mantenersi autonomi e a voler sperimentare giochi e attività che svolgevano quando erano un po' più giovani possono stare in compagnia a pochi passi da casa. Nella presentazione del Centro diurno rinnovato, Ivano Venturini e Davide Fumagalli hanno infine ricordato il ruolo importante svolto anche dai volontari che prestano servizio presso la Rsa, cresciuti di numero nell'ultimo periodo nell'ottica di "fare rete" con il territorio e le associazioni. "Abbiamo creato una bella squadra con i volontari delll'associazione Carabinieri, con quelli parrocchia e con gli alpini. Il loro apporto, soprattutto in questo momento, è importantissimo perchè vanno a sgravare il nostro personale da altri compiti, come i controlli all'ingresso, a favore del tempo di assistenza agli ospiti".

Casa di riposo Fumagalli e Venturini-2

Anche a Calolzio mascherine obbligatorie all'aperto, ecco dove

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edicola, manicure, attività in compagnia e sala Tv: la casa di riposo come casa propria

LeccoToday è in caricamento